"Biodigestore a Saliceti anche per Genova, Toti lavora per la sua rielezione" In evidenza

Secondo il Consigliere regionale Battistini, la decisione ha lo scopo di blandire i genovesi e portare voti per le elezioni d'autunno.

Mercoledì, 27 Maggio 2020 14:15

Ferma contrarietà al biodigestore di Saliceti!

 

Alla fine, come era prevedibile, Toti e Giampedrone premono per fare il biodigestore. Il luogo che hanno scelto, senza ascoltare nessuno, è Saliceti. La dimensione è progettata in modo da consentire di ricevere anche i rifiuti provenienti da Genova che, a detta di AMIU, non avrà un nuovo biodigestore.

Da un punto di vista tecnico nulla è cambiato, per noi, sull’assoluta contrarietà a un impianto di quel tipo e di quelle dimensioni.

Il piano Regionale dei Rifiuti prevede che ogni territorio debba chiudere il proprio ciclo dei rifiuti e questa operazione, chiaramente, si pone fuori da questo principio.

Non ci soffermeremo neppure troppo sulle enormi differenze tra le percentuali di raccolta differenziata nella Provincia spezzina e quella genovese, perchè è un dato assodato da tempo.

La nostra analisi, in questo caso, vuole essere meramente politica.
E’ del tutto evidente come Toti stia utilizzando i territori in funzione del tentativo di ottenere un secondo mandato, reso oggettivamente difficile da una pessima gestione della sanita’ e dei territori.

Sa che nella Provincia spezzina il ciclo della sua propaganda è alla fine, come ha chiaramente dimostrato la tornata di elezioni amministrative del 2019 che ha visto i partiti della maggioranza regionale pesantemente soccombenti nella grandissima maggioranza dei Comuni spezzini.

Sa anche, ed è una questione banalmente numerica, che il peso del voto nella Provincia di Genova è superiore persino alla somma delle altre 3 Province.

Decide, quindi, di spendere la sua propaganda proprio nella Città guida della Regione, per esempio con i rifiuti portati altrove, nessun nuovo impianto potenzialmente inquinante.

A questo si somma la programmazione di un evento mediatico importante, considerato il fatto che il nuovo ponte sarà pronto con una tempistica perfetta per le elezioni autunnali, e viene da chiedersi se, con elezioni a fine Maggio, i tempi si sarebbero accorciati.

Insomma, a noi spezzini scarica gli oneri dei rifiuti, con la certezza che il voto dei tifosi acritici non verrà comunque influenzato, sapendo che i voti che probabilmente perderà nella nostra Provincia saranno compensati e moltiplicati da quelli che potrebbe prendere a Genova.
Praticamente una strategia da videogames, ancora una volta sulla pelle dei cittadini.


Francesco Battistini
Consigliere regionale Italia in comune/Linea Condivisa

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Impiegate tutte le forze dell'ordine e la Capitaneria di Porto. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Il Levanto ha un nuovo Direttore Generale

Lunedì, 06 Luglio 2020 19:11 calcio
Le sue prime dichiarazioni. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa