"La Regione è disorganizzata per la raccolta dei rifiuti, spreca i soldi ma multa i Comuni" In evidenza

L'affondo della consigliera regionale del M5S Alice Salvatore.

Martedì, 18 Febbraio 2020 18:25

"Il compito principale di chi guida una regione come la Liguria è prevenire, organizzare e creare comportamenti virtuosi dell'amministrazione pubblica. Uno dei più importanti per il buon vivere, per l'ambiente e per la salute pubblica è senza ombra di dubbio la raccolta dei rifiuti", dichiara la capogruppo regionale e candidata alla presidenza della Regione Liguria, Alice Salvatore.

"Questo compito, come è stato affrontato da Regione Liguria? Male: siamo in stato di emergenza. E questa maggioranza, per risolvere le criticità, ha pensato bene di fare un accordo pluriennale con il Piemonte per conferire i rifiuti liguri nella regione confinante. Un metodo accettabile se si pensa di utilizzarlo per un'emergenza di pochi mesi. Un metodo assai strano se non rovinoso se lo si utilizza per 5 anni di seguito. Con una spesa rovinosa: parliamo di 28 milioni di euro che, in questo caso si può ben dire, vengono letteralmente buttati nella spazzatura".

"Perché siamo a questo punto? Perché non ci si è dotati in questo tempo di emergenza di mezzi per essere autosufficienti. Si è continuato a usare un metodo sbagliato senza nessuna previsione o progetto. Non solo: l'Amministrazione regionale ha anche pensato bene di multare i Comuni (gravando così sulle famiglie) che non facevano abbastanza raccolta differenziata".

"Come fa quel detto? 'Il bue che dice cornuto all'asino'. Tradotto: tu Regione non sai neanche gestire lo smaltimento e multi il piccolo Comune perché non fa il suo. Dare l'esempio è la prima regola. Ha poi del grottesco che la Regione prima spenda 28 milioni di soldi dei liguri, poi multi gli stessi per il mancato adempimento e prenda così altri soldi dei liguri. Un comportamento colpevole per la mancanza di capacità gestionale".

"L'assessore competente Giampedrone, chiamato a rispondere sulle azioni intraprese per permettere a Regione Liguria un ciclo virtuoso e autosufficiente, ha risposto che va tutto bene e che stiamo andando a gonfie vele. Invece non è affatto vero: siamo in ritardo sul'impiantistica, non c'è nemmeno l'ombra di una progettualità e continuamo a buttare soldi pubblici nella spazzatura".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)
...

Ultimi da Cinque Stelle

Il Consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle afferma che altrimenti il concorso si sarebbe esposto a ricorsi con ulteriori ritardi nelle assunzioni. Leggi tutto
Cinque Stelle
Il commento del consigliere regionale Paolo Ugolini, primo firmatario della mozione. Leggi tutto
Cinque Stelle

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa