Craxi, Cavallini contro Melley e Centi: "Trinariciuti che non fanno analisi storica" In evidenza

L'ex consigliere comunale risponde duramente ai rappresentanti di "LeAli a Spezia".

Martedì, 14 Gennaio 2020 08:45

"Il Segretario del P.S.I. ha dato ai consiglieri di LeAli una risposta che condivido pienamente, nei contenuti e nell'analisi politica.

Tuttavia, non posso esimermi, sia dall'evidenziare la stoltezza di assimilare Bettino Craxi ad Escrivà, un religioso divisivo anche nel mondo cattolico, un misogino sostenitore del fascista Francisco Franco, sia dal definire una scempiaggine il voler mettere sullo stesso piano l'intitolazione già decisa dalla Giunta Peracchini con quella auspicata.

Inoltre, l'accaduto preoccupa coloro che cercano di creare una coalizione che sconfigga la destra reazionaria e fascista, a cominciare dalle elezioni di primavera.

Però è stato utile; difatti, ha messo in risalto che permangono elementi inconciliabili con i trinariciuti che tuttora si rifiutano di fare un'analisi storica-politica ed utilizzano il giustizialismo come metodo di giudizio.

E con loro c'è chi si ostina a non capire che alienare il patrimonio comunale per finanziare con L. 1.308.000.000 (SIC!) di "Di luce in luce" è l'esatto contrario di amministrare/governare bene:

• delibera C.C. n° 55 del 29.11.2000 (prevedeva per la Cultura L. 95 milioni per montaggio e smontaggio di impianti di interesse artistico e L. 960 milioni per l’acquisto di impianti di interesse artistico ed attrezzature di arredo urbano)
• delibera GC 673/2000 (prevedeva di realizzare, alla stregua di iniziative analoghe realizzate in altre realtà territoriali, vedi Torino, una mostra permanente d’arte contemporanea a cielo aperto, dedicata al tema della luce)

la spesa di L. 1.308.000.000 è stata così finanziata:
L. 499.520: risarcimento danni
L. 91.930.268: oneri di urbanizzazione
L. 183.885.889: proventi soggetti attuatori PEEP
L. 90.000.000: previsione di bilancio
L. 32.911.447: reimpiego proventi cessioni immobiliari
L. 908.772.876: alienazioni patrimoniali

agli artisti sono andati 8 milioni più IVA a testa, per un totale di 48 milioni di lire
Pietro Bellani realizzazione: Piazza Brin
Cosimo Cimino realizzazione: Piazza Verdi
Francesco Martera realizzazione: Piazza Europa
Giuliano Tomaino realizzazione: Castello S. Giorgio
Francesco Vaccarone realizzazione: Piazza S. Agosino e piazza del Bastione

alle spese di L. 1.308.000.000 per “di luce in luce” vanno aggiunte:
L. 20 milioni per l’ENEL
L. 20.400.000 -quota parte (circa 1/3)- per stampa del materiale pubblicitario
L. 6 milioni per la realizzazione di impianti elettrici
L. 12 milioni per catalogo
L. 400 mila lire per rinfresco che è seguito alla presentazione del catalogo

preventivo annuale di spesa (esclusa IVA) per gli anni 2002-2003-2004-2005:
L. 110.000.000 montaggio
L. 83.000.000 smontaggio
L. 22.000.000 stoccaggio
L. 8.000.000 trasporto
totale per il quadriennio: L. 1.070.400.000".

Flavio Cavallini
+ Europa - Gruppo "Riformisti La Spezia"

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il presidente della Regione incontra la comunità portuale ed elogia i risultati del porto spezzino. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Doris Fresco- In sala Dante la Festa per il 182 anni di Polizia Municipale. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa