Centrale Enel, Articolo Uno: "Lo stop al carbone era deciso ben prima dell'elezione di Peracchini" In evidenza

Il gruppo chiede al sindaco di chiarire che cosa ne sarà dell'ipotesi turbogas e del futuro dell'area.

Mercoledì, 08 Gennaio 2020 10:48
Il sindaco di Spezia ha annunciato che l'Enel ha presentato il piano di dismissione e così ora, dopo tentennamenti vari, rIvendica a suo merito la fine dell'uso del carbone nel 2021.
È una bugia! È da tempo che si sapeva questo, ben prima che venisse Peracchini a fare il sindaco.
La scelta c’era già negli accordi del 96/97 ed ora è nazionale e va a merito del governo aver confermato la cessazione dell'uso del carbone in tutte le centrali termoelettriche d'Italia entro il 2025, forse per questo finalmente si pronuncia la regione.

Ma il sindaco non dice ancora niente su progetti alternativi che garantiscano l'occupazione. Quello che è peggio è che il signor Peracchini non dice neppure niente sull'eventuale centrale a gas.
Ne parla il documento dell'Enel? Cosa dice il sindaco e soprattutto il presidente della Regione Giovanni Toti? Sarebbe utile saperlo e riferire alla città su questo non su cose già note e decise da tempo.


Il coordinamento Articolo1 La Spezia

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Articolo Uno MDP

L'intervento del coordinamento regionale di Articolo Uno. Leggi tutto
Articolo Uno MDP
Il gruppo parteciperà alla manifestazione indetta dall'ANPI. Leggi tutto
Articolo Uno MDP

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa