Enel, Pecunia al sindaco Peracchini: "Non dia meriti a chi non li ha" In evidenza

La Consigliera Comunale sostiene che l'Onorevole Gagliardi abbia "messo il cappello sul lavoro fatto da altri".

Mercoledì, 11 Dicembre 2019 13:40
Vede Sindaco Peracchini, al contrario suo non ci interessano le polemiche, cerchiamo di produrre fatti. Grazie all’ordine del giorno di Raffaella Paita abbiamo fatto un lavoro per il territorio che l’On. Gagliardi, in qualità di membro della giunta e contemporaneamente parlamentare, si era dimenticata di fare.

Infatti, se proprio si vuole attenere alla polemica e non al risultato, a sua disposizione il fascicolo dell’aula con la pubblicazione del testo dell’On. Viviani dove non esiste la firma dell’On. Gagliardi. La firma non c’è, perché ha chiesto di apporla solo dopo che il Governo si è espresso a favore dell’ordine del giorno di Paita. Cioè ha voluto mettere il cappello su un lavoro fatto da altri. Ma a noi non interessa e rispondiamo a sua nota solo per amor di verità.

A noi interessa che Enel venga chiusa e siamo orgogliosi del nostro lavoro. D’altronde ci ricordiamo quando Lei sindaco ha aperto al turbogas. Sempre per stare sull’argomento, all’epoca l’On. Gagliardi era assessore, ma non abbiamo trovato in archivio nessuna sua dichiarazione in dissenso con quelle del sindaco. Anche in quel caso sarà stata distratta?

Pensiamo al risultato per la città, non a dare meriti a chi non li ha! Lo consiglio perché le bugie di fronte agli atti ufficiali hanno le gambe corte.


Federica Pecunia
Consigliere Comunale della Spezia - Italia Viva

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Italia Viva

Dalla necessità di aumentare il numero di tamponi e la velocità degli esiti, alle cure a domicilio, al bisogno di reperire sistemi di protezione individuali. Leggi tutto
Italia Viva
Da aprile a giugno, senza sanzioni. Leggi tutto
Italia Viva

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa