Porto Venere Bene Comune: "Con l'amministrazione Cozzani 150 alberi abbattuti" In evidenza

"Disastrosa gestione del verde pubblico e conseguente danno paesaggistico, ambientale ed economico".

Domenica, 08 Dicembre 2019 09:53

Un vecchio detto dice: “tutti i nodi vengono al pettine”, ecco che anche in relazione alla gestione del verde pubblico portovenerese siamo giunti al triste epilogo.
Con la recente delibera di giunta (n. 221 del 25/11/2019) ed ordinanza sindacale (n. 80 del 28/11/2019) l’Amministrazione comunale “corre ai ripari” fuori ogni tempo massimo, ammettendo di fatto il fallimento del suo operato, nel settore relativo alla gestione e manutenzione del verde pubblico.
Previsti infatti a breve ulteriori 90 abbattimenti fra piante di pino e di palme che seguono i gia’ tristemente noti fatti del Fezzano (taglio di circa 40 pini intorno al campo sportivo) ed altri interventi di abbattimento e taglio avvenuti sul territorio.

Invece di effettuare manutenzioni programmate e tagli in alcuni casi anche necessari, si e’ volutamente, e in piu’ situazioni, atteso l’evento “emergenziale” con la caduta al suolo delle alberature da tempo segnalate come pericolose da diversi cittadini, e di in alcuni casi anche dalla stessa opposizione, come nel caso della nostra interrogazione di marzo, fino ad oggi non presa in considerazione.
Per quanto riguarda la gestione delle palme l’Amministrazione comunale e’ responsabile in toto dello sfacelo in cui si trovano, in particolare, i lungomare delle Grazie: dapprima nel 2015 ha negato la presenza del punteruolo rosso rimandando gli interventi necessari ed obbligatori previsti dalla legge, ad infestazione in corso non ha provveduto alla “lotta obbligatoria” secondo i protocolli previsti dalla Regione Liguria, ed infine da oltre un anno ha alzato bandiera bianca lasciando campo aperto al parassita.


In questo quadro disarmante il Comune da anni non si e’ piu’ dotato ne di un servizio di giardinieri comunali ne di rapporti continuativi di appalti di manutenzione ricorrendo solo ad interventi saltuari e spesso tardivi.
I “risultati” dell’Amministrazione Cozzani in questo campo sono sotto gli occhi di tutti i cittadini ed a seguito di nostri esposti anche sotto la lente della Procura della Repubblica e alla Procura della Corte dei Conti dove invieremo un nuovo report dettagliato ravvisando grave danno paesaggistico, ambientale, e, cosa di non poco conto anche erariale.
Solo con gli interventi di abbattimento, gia’eseguiti e programmati, rasentiamo la spesa di 100.000 euro, spesa che si moltiplichera’ nella necessaria, obbligatoria ed attesa dalla cittadinanza, azione di ripiantumazione di quanto abbattuto. Un danno economico consistente per le prosciugate casse del Comune.
In tutto questo sfacelo l’Ammministrazione Comunale, come l’orchestrina del Titanic, invece di porre attenzione e risorse a queste tematiche ha continuato il suo cliché che in questi anni ha visto le famose “white dinner”, le cene vip con Bocelli e con Cracco, l’abuso di spettacoli pirotecnici, piscine innaturali trasformate in rave party e, ciliegina sulla torta per questa fine d’anno, l’illuminazione natalizia per tutti i borghi.
Presto arrivera’ la primavera e con essa le elezioni regionali, nuovi “spettacoli” saranno sicuramente a calendario, mentre la manutezione del territorio continuera’ a latitare.
Uno stato di abbandono cosi’ dilagante che la lista delle problematiche mai affrontate e, soprattutto mai risolte in questi ultimi sette anni, e’ infinita: area Pittaluga e campo sportivo delle Grazie, orto del frate e parcheggio del cavo a Porto Venere, campo sportivo del Fezzano, cimiteri comunali, viabilita’ collinare, Isola Palmaria, sono solo alcuni esempi.
In questi anni si e’ puntato agli eventi, alla pubblicita’, allo spettacolo e si e’ colpevolmente tralasciata la pianificazione, la progettazione, la cura e la manutenzione del territorio, esponendo a costanti disagi e pericoli la cittadinanza.

Una presa di coscienza di questa situazione e la relativa e conseguente assunzione di responsabilita’ dell’Amministrazione Comunale sarebbe auspicata.
Il modello Cozzani riassumibile in “poco panem e molto circenses” ha fallito!
Ribadiamo quindi la necessita’ di una pianificazione degli interventi che veda come prioritaria una nuova stagione di piantumazione del verde pubblico sia per rispettare gli obblighi di legge, sinora disattesi, sia per i benefici ambientali e di decoro urbano.

I Consiglieri Comunali
Saul Carassale, Francesca Sacconi, Fabio Carassale, Franco Talevi

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Coronavirus: in ASL5 16 nuovi positivi

Domenica, 27 Settembre 2020 18:02 cronaca
45 nuovi positivi in liguria su 1.908 tamponi Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Massimo Guerra- Una sconfitta amara, ma che deve essere analizzata con senso critico costruttivo. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa