Sarzana: dietro front per il regolamento sull'arte di strada In evidenza

di Alessio Boi- Proposto in consiglio con la volontà valorizzare diverse forme d'arte, ma Raschi (IV) blocca tutto: "Forma repressiva e non chiara".

Mercoledì, 20 Novembre 2019 16:01

Un consiglio comunale molto breve quello di ieri sera, ma qualche bisticcio in aula riesce sempre a scaldare la temperatura fredda della sala, affrontata con il giubbotto da quasi tutti i presenti. Dopo la comunicazione dell'assessore Baroni della proroga dell'adesione alla definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento, già notificate entro il 31 dicembre 2017, fino alla fine dell'anno in corso, viene messa sul piatto l'approvazione del regolamento sull'arte di strada, penultimo punto all'ordine del giorno.

Insomma appresa la notizia che il Comune di Sarzana ha deciso di andare incontro alle esigenze di cittadini in difficoltà stabilendo di “allungare” di alcune settimane l'opportunità offerta ai cittadini di regolarizzare la propria posizione debitoria entro ma non oltre il 31 dicembre 2019, evitando il pagamento di sanzioni, si volta pagina e il sindaco Cristina Ponzanelli illustra alcuni punti essenziali del regolamento: "Si tratta di una decina di articoli volti ad incentivare l'arte di strada e ogni fenomeno artistico tra le vie e i palazzi della nostra città: è semplice e riprende quello di altre città italiane sia di destra che di sinistra". E ancora: "Fino a oggi una regolamentazione di questo tipo è stata assente e si tratta di un grosso passo avanti: valorizza le forme espressive ammettendone e disciplinandone l'attività".

Conclusa l'illustrazione del primo cittadino, interviene il consigliere di Italia Viva Umberto Raschi che smorza l'entusiasmo: "Questo regolamento nasce come valorizzazione ma si risolve come forma repressiva dell'arte di strada: non chiarisce l'ufficio competente, poiché non è chiaro se sia l'ufficio tecnico o qualche altro". Ma non è finita: "Dal punto di vista dell'opportunità non viene spiegato se l'autorizzazione che deve essere richiesta sia a discrezione di questo ufficio. Quali aspetti bisogna considerare per ammettere o no un'attività?". Poi conclude: "Spesso queste persone che svolgono attività artistiche per strada lo decidono all'ultimo e prevalentemente la svolgono nei giorni festivi, proprio quando tutti gli uffici sono chiusi: dunque o questa persona si assume il rischio di una multa o non svolge l'attività".

Luca Ponzanelli replica e punge Raschi: "Sono correzioni che si possono proporre: faccia emendamenti in commissione piuttosto che portare critiche". Ma Paolo Mione, leader di Sarzana per Sarzana e consigliere di Italia in Comune stuzzica il consigliere della Lista Toti e da vero avvocato difende Raschi: "La commissione non è luogo di emendamenti, quello dove si discute, invece, è proprio il consiglio comunale: Raschi ha fatto il suo dovere nella sede opportuna".

Dopo una sospensione della seduta di un buon quarto d'ora il regolamento viene ritirato per essere ridiscusso e modificato in commissione.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

I dipendenti lavoreranno in smart working, la sede resterà chiusa fino al 26 gennaio. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Stabile il numero delle terapie intensive (7), i positivi residenti nello spezzino sono 959. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa