Battistini (IIC): "ENEL alla Spezia: serve uno sviluppo virtuoso" In evidenza

"Oggi in Commissione abbiamo ascoltato ENEL sul futuro della centrale e delle aree produttive site alla Spezia".

Lunedì, 18 Novembre 2019 19:32

 

La società conferma e ribadisce la totale dismissione del gruppo a carbone nel 2021. Allo stesso tempo indica di voler continuare ad investire sul territorio anche per produrre energia elettrica.
La nostra mozione, che approderà in Consiglio a breve e che ha generato il dibattito di oggi, agisce su un tema fondamentale: il futuro produttivo di un'area di grandi dimensione, come quella occupata dalla centrale e dalle sue pertinenze, e che riteniamo strategica.

Ottimo, dunque, aver incassato il giudizio positivo di ENEL sul testo che abbiamo illustrato. Il nostro documento ha, infatti, l'obiettivo di avviare un percorso di coordinamento che vada verso la riconversione dell'impianto e che coinvolga, in sinergia con ENEL: le imprese e le associazioni del territorio; gli enti istituzionali e di ricerca; i Comuni interessati; la Provincia e la Regione.

Gli elementi di maggior rilievo emersi oggi parlano dell'intenzione di ENEL di investire sulla Spezia oltre 500 milioni di euro nei prossimi anni e noi non possiamo permetterci di perdere questa opportunità. Le nostre priorità sono quelle di creare occupazione e sviluppo salvaguardando la salute e l'ambiente. ENEL vorrebbe creare un polo energetico rinnovabile che possa essere in grado di generare elettricità utilizzando le nuove fonti green e allo stesso tempo di accumulare la produzione in eccesso per utilizzarla durante i momenti di maggior bisogno. In affiancamento verrà attivato un gruppo a turbogas in grado di produrre sino a 800 Megawatt. A riguardo i dirigenti hanno parlato di un segmento produttivo di supporto che funzionerà solo in caso di bisogno, per un massimo di 2000 ore all'anno, e atto a gestire il periodo di transizione per arrivare al totale abbandono di combustibili fossili.

Il nuovo sito produttivo vedrà impiegate 30 unità alle dirette dipendenze di ENEL e circa una decina di maestranze dell'indotto per le attività ausiliarie di manutenzione. L'impianto a gas avrà un drastico abbattimento delle emissioni rispetto a un gruppo a carbone di potenza equivalente. Una riduzione del 70% delle emissioni di CO2; l'emissione di anidride solforosa e di polveri sottili ridotta a 0 e un rilascio di ossidi di azoto che passerebbe dai 150mg al metro cubo per il carbone a meno di 10mg al metro cubo per il gas.

La parte produttiva e di stoccaggio non supererà i 26 ettari, i parchi carbone e le restanti aree invece, dopo la bonifica, vanno completamente ripensate per rilanciare l'occupazione e l'economia anche in chiave di sviluppo tecnologico. Noi pensiamo che ENEL vada tenuta ancorata sul territorio e coinvolta, discutendo anche di turbogas ma in un'ottica complessiva che tenga in considerazione tutti i 70 ettari dell'area.
Il futuro della Centrale è una partita che il territorio spezzino non può non giocare e dobbiamo essere in grado di farlo al meglio per questo auspichiamo un voto unanime alla nostra mozione, specie dopo la discussione di oggi.

Francesco Battistini
Consigliere Regionale
Italia in Comune/Linea Condivisa

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

In attacco il tridente Bidaoui-Gudjohnsen-Ragusa. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il capogruppo del Pd: "Per educazione il Comune avrebbe dovuto invitare l'ex sindaco all'inaugurazione di stamattina". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa