Luni: il consiglio comunale sostiene Liliana Segre In evidenza

di Alessio Boi - Su una mozione di Andrea Fantini, sottoscritta anche dal sindaco, passa il sostegno alla senatrice. Assente il centrodestra. Ospite d'onore Ceccardo Roccatagliata Ceccardi.

Sabato, 16 Novembre 2019 15:20

L'annuncio subito dopo l'appello e la convalida della seduta: una statua di Ceccardo Roccatagliata Ceccardi è stata posizionata in fondo alla sala consiglio del comune di Luni, ed è stata donata dopo un recupero, da Gianluca Carro, parente dello scultore della Spezia. Questa mattina è stata nuovamente riqualificata tramite un lavoro di pulizia del busto marmoreo. Uno dei personaggi più illustri della ex Ortonovo ha conquistato un posto d'onore, a fianco dei tavoli dove vengono prese le decisioni che riguardano il comune.

Nato a Genova nel 1871 e deceduto sempre nel capoluogo ligure nel 1919, Ceccardo Roccatagliata Ceccardi è stato uno dei più importanti precursori della poesia ligure, al fianco di Camillo Sbarbaro, entrambi maestri di Eugenio Montale. Il

poeta, con una formazione tra versi di Carducci e aspetti del decadentismo che riportano a Pascoli e D'Annunzio, con un pizzico di simbolismo francese, si trasferì con la madre Giovanna Battistina Ceccardi proprio a Ortonovo dopo un litigio con il marito. Insomma un ricordo era doveroso e venerdì sera è stato l'unico a sorvegliare l'amministrazione e i consiglieri dato il pubblico completamente assente.

Sotto i suoi occhi è passata la mozione del consigliere di Italia in comune Andrea Fantini, sottoscritta anche dal sindaco Alessandro Silvestri: il documento aveva come oggetto principale il sostegno alla commissione appena approvata in parlamento contro l'hate speech, proposta dalla senatrice a vita Liliana Segre.

La discussione ha portato a una serie di interventi riguardanti l'importanza di monitorare l'odio sia sui social, sia, ormai, nei bar e per le strade, con un ricordo particolare anche per tutta la storia che ha portato a massacri durante la Seconda Guerra Mondiale, partiti proprio per colpa del'odio e della paura che lo alimenta.

Purtroppo nel 2020, quando i mezzi della globalizzazione permettono di incontrare e confrontarsi con altre usanze e culture con un paio di click, è ancora fondamentale parlare di questo tema e la mozione passa all'unanimità. Grande assente giustificato è però il centrodestra rappresentato in consiglio da Donatella Fini: sarebbe stato interessante conoscere la sua opinione, se è d'accordo con la maggioranza del consiglio comunale sensibile alla questione oppure sostiene la linea del centrodestra in Parlamento, che non ha battuto ciglio e si è mostrata contraria durante e dopo l'approvazione della commissione monocamerale sull'hate speech.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Potenziati i controlli degli agenti: numerose le sanzioni elevate durante l'estate. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
L'intervento del sindaco di Riomaggiore Fabrizia Pecunia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa