Oss, Pecunia (Italia Viva): "Indispensabile un tavolo con la Regione e Asl alla presenza dei parlamentari" In evidenza

Noi non molleremo la battaglia nella ricerca di una soluzione per i 158 lavoratori che hanno diritto ad avere risposte.

Mercoledì, 13 Novembre 2019 20:29

La richiesta dei sindacati di presentare un emendamento al decreto finanziario per risolvere definitivamente il tema delle Oss di Coopservice, richiesta pervenutaci durante la commissione consiliare di lunedì sera, è certamente un tentativo da perseguire con tenacia e in maniera trasversale, che si dovrà sicuramente provare anche sapendo che la strada è stretta per un problema legato alle competenze.

Infatti, l’argomento è di competenza esclusiva della Regione proprio per funzione e riteniamo dunque indispensabile a questo punto, come si era riusciti a convenire durante quella discussione, che si istituisca al più presto un tavolo con la Regione e Asl alla presenza dei parlamentari, perché la regione si impegni in tutti i modi possibili a trovare una soluzione ad oggi non ancora individuata.

Ma come sempre tutto questo non verrà mantenuto: in Consiglio Regionale, il centro destra si è rifiutato di votare nell’ordine del giorno la contestualità del tavolo regionale e dell’iter dell’emendamento parlamentare.

Come sempre hanno dimostrato la non volontà a trovare davvero una soluzione per le Oss, che da cinque anni stanno prendendo in giro facendo credere loro che si impegnano, ma come oggi, di fronte a un impegno preso, fanno retromarcia nel tentativo di mal levare la regione da ogni responsabilità

Ecco perché Italia Viva non ha votato quell’ordine del giorno, perché non rispettava assolutamente l’impegno che i parlamentari si eravamo reciprocamente assunti di fronte alle lavoratrici e ai lavoratori durante la commissione comunale e non è accettabile che la Regione, di fronte alla presa d’atto di assumersi contestualmente la responsabilità di trovare soluzioni, abbia dimostrato ciò che è: la soluzione loro non la vogliono trovare.

Al netto di tutto questo chiediamo nuovamente e con urgenza la convocazione di quel tavolo, nel più breve tempo possibile e se questo non avverrà di certo noi non molleremo la battaglia nella ricerca di una soluzione per i 158 lavoratori che hanno diritto ad avere risposte.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Italia Viva

"La proposta Costa non passerà. Mi auguro che terminata la fase Parco Si o Parco No, si colga l'occupazione per una vera riforma del Parco". Leggi tutto
Italia Viva
"La giunta Toti Viale ha deciso che alla sanità spezzina non bisogna far mancare niente". Leggi tutto
Italia Viva

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa