Stampa questa pagina

Diego Del Prato nuovo coordinatore di Più Europa In evidenza

Succederà a Giacomo Paladini.

Giovedì, 31 Ottobre 2019 09:30

Mercoledì si è svolta l'assemblea degli iscritti al gruppo "Più Europa Più Spezia" per l'elezione del nuovo coordinatore, che succederà a Giacomo Paladini presentatosi dimissionario.

È stato eletto all'unanimità Diego Del Prato, storico locale ed ex assessore alla cultura.

Paladini, architetto e animatore fin dalle origini del gruppo spezzino, ha dichiarato: "È stata un'esperienza entusiasmante, ma ora ho la necessità di dedicarmi a tempo pieno ai miei progetti lavorativi, quindi pur rimanendo un membro attivo di questo gruppo devo abbandonare il ruolo di coordinatore. Lascio il partito in mani capaci, essendo Diego persona di indubbie qualità e di notevole esperienza politica".

Ha esordito Del Prato: "Grazie all'egregio lavoro di Giacomo, che ora lascia il coordinamento per dedicarsi ad importanti progetti relativi all'urbanistica e alla partecipazione attiva della cittadinanza, oggi siamo il gruppo di Più Europa più numeroso e più attivo di tutta la Liguria. Il mio impegno sarà quello di mettere a frutto questo patrimonio di partecipazione, spirito di comunità ed elaborazione di idee che l'amico Giacomo Paladini, insieme a tutti noi, ha costruito".

"Ora si tratta, anche in vista delle elezioni regionali, di radicarsi sul territorio, di entrare in contatto con tutte quelle realtà associative che ci hanno supportato in questo anno e soprattutto di strutturarsi come partito - spiega Del Prato - Rimango infatti convinto che, a dispetto delle favole oggi tanto in voga riguardanti partiti leggeri e piattaforme avveniristiche, la partecipazione, la militanza, il contatto diretto con le persone restino il sale della vita democratica. Credo che Più Europa anche a livello cittadino possa porsi nei prossimi mesi come punto di riferimento per tutti quegli spezzini che, come il sottoscritto, hanno sempre sognato la nascita di un soggetto politico europeista, laico e riformista che in Italia, di fatto, è sempre mancato".

"Ci rivolgeremo soprattutto ai giovani - conclude Del Prato - sempre retoricamente indicati come il futuro ma mai realmente coinvolti nell'attività politica, e a tutti quei cittadini che, giustamente disgustati dalla deriva sovranista e populista che in questi anni ha contagiato praticamente tutte le forze politiche, hanno deciso di non partecipare più alla vita politica".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Martedì 7 luglio alle ore 21,30 prende l’avvio la rassegna “Monterosso: un mare di libri” che giunge alla quarta edizione dopo il lusinghiero successo degli anni scorsi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

L’alpinismo lento non è un social

Lunedì, 06 Luglio 2020 12:49 cronaca
Le attività negli ambienti naturali non si praticano dalla tastiera di un computer Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa