Lunardon: "Piove un po' di più e i treni vanno in tilt" In evidenza

Il capogruppo PD in Regione presenterà una interrogazione per chiedere cosa si farà per evitare simili disservizi in futuro.

Martedì, 15 Ottobre 2019 17:57

Nell’ennesima giornata nera per i trasporti ferroviari liguri, prendiamo atto delle imbarazzanti parole dell’assessore Berrino, che pur sostenendo che la situazione sia ormai sotto controllo, non sa neppure quando potranno ripartire i treni.

Non è più possibile tollerare che la rete ferroviaria della nostra regione vada in tilt ogni volta che piove. È lo stesso copione della sanità. Ogni inverno la Giunta ligure si stupisce che arrivi l’influenza e si fa trovare sistematicamente impreparata e così appena arriva un temporale un po’ più forte i treni vengono cancellati o accumulano ritardi di due o tre ore.

L’assessore Berrino ha strombazzato in pompa magna la firma dell’accordo quadro del 2017 con Rfi, ma quel documento non teneva conto di un punto cruciale: garantire l’efficienza delle rete in modo permanente, soprattutto quando è sottoposta a stress meteorologico. Con quell’accordo, invece, si è preferito privilegiare una logica degli interventi di manutenzione a spot, che serve solo a mettere qualche “pezza” qua e là, ma che non garantisce una reale efficienza della rete. Chiederemo a Barrino, con un’interrogazione che presto presenteremo in Consiglio, il perché di questi disservizi e come pensa di evitare che si verifichino nuovamente in futuro.


Giovanni Lunardon,
capogruppo Pd in Regione Liguria

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Partito Democratico

Secondo l'esponente PD dal centrodestra arrivano solo polemiche strumentali. Leggi tutto
Partito Democratico
Il vice segretario del PD sarzanese Francesca Castagna: "Iacopi dice le stesse cose che andiamo dicendo da tempo, ovvero che "il re è nudo". Leggi tutto
Partito Democratico

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa