Presidio a sostegno del popolo curdo In evidenza

Giovedì 17 ottobre davanti alla Prefettura della Spezia.

Martedì, 15 Ottobre 2019 18:10

 

Giovedì 17 ottobre, a partire dalle ore 11.00, si terrà un presidio, davanti alla Prefettura della Spezia, a sostegno del popolo curdo.

Gli organizzatori, Arci, Anpi e Cgil, esprimono la propria "gravissima preoccupazione per il massacro che si sta compiendo nei confronti del popolo curdo". Chiedono al Governo italiano di insistere presso le istituzioni internazionali affinché si imponga alla Turchia di cessare immediatamente le ostilità.

"Senza indugio - affermano - occorre decidere che la prosecuzione del conflitto comporterà l’interruzione definitiva del processo di adesione della Turchia all’Unione Europea, l’interruzione di qualsiasi commercio di armi con loro, la deliberazione delle più gravi sanzioni economiche possibili. Il presidio sarà l’occasione per ricordare la figura straordinaria di Hevrin Khalaf, paladina dei diritti delle donne, uccisa a 35 anni perché considerata un simbolo di dialogo: una delle prime vittime della recrudescenza, della violenza jihadista che proprio i curdi hanno arginato nei mesi scorsi anche a nome e per conto dell’Europa".

A margine del presidio gli organizzatori chiederanno di poter essere ricevuti dal Prefetto della Spezia.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...
ANPI

Via Corridoni, 7
19122, La Spezia

Ultimi da ANPI

L'Anpi, sezione di Sarzana, chiede che Bruno Segre riceva l'onorificenza di persona. Leggi tutto
ANPI
Il comunicato condiviso da Rsu, Fim, Fiom, Uilm sulla Festa della Liberazione. Leggi tutto
ANPI

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa