Centrale Enel, Salvatore (M5S): "La maggioranza perde tempo e non procede con gli approfondimenti richiesti" In evidenza

Oggi, al momento di affrontare la tematica e a distanza di tre mesi esatti dalla richiesta di rinvio in Commissione la maggioranza si è praticamente sfilata."

Lunedì, 07 Ottobre 2019 17:47

"Oggi, ennesima perdita di tempo in IV Commissione Territorio e Ambiente: la maggioranza di centrodestra in Aula il 9 luglio non aveva voluto votare la nostra mozione sulla dismissione dell'unità a carbone esistente della Centrale Termoelettrica della Spezia.

Oggi, al momento di affrontare la tematica e a distanza di tre mesi esatti dalla richiesta di rinvio in Commissione la maggioranza si è praticamente sfilata. Il consigliere Costa, infatti, non era più presente e non ha delegato un collega a trattare l'argomento e a chiedere i presunti approfondimenti in sua vece. Ci chiediamo: ma allora... di quali approfondimenti necessitava la maggioranza? Le dinamiche a cui abbiamo assistito oggi paiono studiate ad hoc per perdere tempo e non licenziare un testo a lungo atteso".

Così la capogruppo regionale Alice Salvatore, che continua: "Da tempo, come M5S, auspichiamo che per la Centrale Termoelettrica di La Spezia sia documentata l’effettiva necessità della realizzazione di una centrale a turbogas".

"Da tempo proponiamo di attivare, con le amministrazioni Comunali della Spezia e Arcola, un tavolo di concertazione che coinvolga tutti gli enti preposti, oltre che le rappresentanze sociali e civiche della comunità locale. Occorre definire uno studio di danno sanitario prodotto a oggi dalla centrale di Spezia e procedere con una valutazione di impatto integrato ambientale e sanitario al fine di raccogliere sufficienti elementi per potere scegliere lo scenario a minor impatto per la salute dei cittadini spezzini".

"Oggi la giunta Toti ha perso altro tempo e soprattutto sprecato risorse. Così facendo, la maggioranza dimostra poca serietà istituzionale. D'ora in poi, prima di accettare un rinvio in Commissione, chiederemo sia fornita da chiunque sia il proponente adeguata documentazione che ne comprovi la necessità".

"Intanto, abbiamo ottenuto che si proceda a breve con ulteriori audizioni con gli Enti interessati. Tenendo fermo l'impegno di poter poi votare la nostra mozione in Consiglio regionale entro la fine di ottobre".

“Qui si sta giocando con la salute dei cittadini della Spezia e di tutta la Liguria - conclude Alice Salvatore -. Il tempo a disposizione della maggioranza sta finendo, ora devono dare risposte serie. Continueremo a monitorare la situazione e tenere aggiornati i cittadini che già una volta sono stai presi in giro, non lo permetterò una seconda volta”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Cinque Stelle

La replica della Consigliera regionale pentastellata. Leggi tutto
Cinque Stelle
"I pazienti liguri preferiscono farsi curare altrove, anziché rivolgersi al servizio sanitario offerto dalla propria Regione". Leggi tutto
Cinque Stelle

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa