"L'ex Ceramica Vaccari è una bomba pronta ad esplodere, faremo di tutto affinchè chiuda" In evidenza

L'impegno di Serarcangeli e degli altri consiglieri comunali di Santo Stefano Popolare.

Lunedì, 02 Settembre 2019 22:06


Mi sento di scrivere in relazione alle affermazioni viste a mezzo stampa sul problema ormai innegabile e difficilmente difendibile della situazione della ex Ceramica Vaccari.

 

Io come cittadino e come consigliere comunale ho avuto e ho piena fiducia nella magistratura, questo perché nella mia esperienza nella lotta contro l’ amianto e difendendone le sue vittime, mi ha insegnato, ad avera pazienza, sapendo che la legge e lo stato di diritto, anche con i suoi tempi, arrivano a compimento del proprio lavoro. Scrivo questo perché la lettera inviata dal sostituto procuratore dott.ssa Maria Pia Simonetti al Sindaco Paola Sisti e alla sua amministrazione conferma della gravità sia della pericolosità del materiale in questione,(ETERNIT) che di altri materiali inquinanti, nonchè della mancata bonifica in toto.

Inutile guardare sempre al passato, sappiamo tutti oramai che quel sito non doveva essere aperto, non prima almeno di una seria bonifica e messa in sicurezza dell’ intera area. Con il risultato di uno sperpero di denaro pubblico, e di un intero progetto mai decollato, come confermato ieri da un servizio di una testata giornalistica.

Rimango sconcertato dalle affermazioni del Sindaco Paola Sisti in merito, “L’area è inquinata ma sicura”!!!
Sarebbe a dire, respirate pure l’amianto, ma è sotto controllo!!! Questa si che è ignoranza pura! Lei caro Sindaco si dimentica di essere il garante della salute pubblica, e su certe affermazioni oltre che elargire il titolo gratuito di “Ignoranti”, le chiediamo di riflettere. La nostra domanda è: anche la procura è ignorante???

Vorremmo ricordare che l’amianto non ti avverte della sua pericolosità si disperde ovunque, le sue fibre volatilizzano nell’aria e i suoi componenti si sbriciolano diventando nocivi e letali per l’uomo. Questa grave situazione riguarda tutti e ripetiamo tutti, anche i cittadini che vi risiedono intorno.

Riconosciamo la sua caparbietà sulla ex cava della Brina e su questo ancora immaginario Biodigestore, ma non si può fare il “Ponzio Pilato” per meri problemi di maggioranza, sulla ex Vaccari. Questo lo chiedo anche a tutti i comitati sorti in questo periodo, di avere una sensibilità a trecentosessanta gradi sull’ ambiente, perchè la battaglia sulla ex Vaccari e sotto anche ai loro occhi.

Io come cittadino, come consigliere comunale e come presidente della A.F.E.A., insieme al mio Capogruppo consiliare Francesco PONZANELLI e al consigliere Alberto MONTICELLI farò tutto quello possibile e legalmente percorribile per fare chiudere un sito che è una bomba pronta ad esplodere.


Consigliere Comunale
Pietro SERARCANGELI

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Peracchini avverte: "Siamo alla fine della querelle". Si delinea lo scontro a carte bollate tra Ire e l'azienda Pessina. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
In programma anche una cena all'istituto alberghiero "Casini". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa