"Rinasce" la Pubblica Assistenza di Corniglia

Dopo anni di disinteresse da parte dei più, un nuovo motivato direttivo e tanti progetti.

"Negli ultimi anni, nei borghi delle Cinque Terre . raccontano i militi della PA di Corniglia -  i cittadini concentrati nella gestione delle masse turistiche, dedicati anima e corpo ai relativi investimenti, hanno spesso messo da parte il loro istinto comunitario che un tempo faceva in modo che nessuno rimanesse solo nel momento del vero bisogno ed anche i peggiori nemici si venissero incontro nella reale necessità, consapevoli che le loro vite fossero in qualche modo collegate e le loro esistenze garantite da un moto di reciproco sostegno.
A Corniglia l'effetto del fenomeno sopracitato è stato lampante per quanto riguarda il servizio di Pubblica Assistenza che negli anni è diventato un sacrificio di pochissimi nel disinteresse della quasi totalità dei cittadini, rischiando di scomparire inesorabilmente.
Quest'anno la situazione, alla luce delle elezioni del nuovo consiglio direttivo della Pubblica Assistenza, sembra essere cambiata: i cittadini si sono mostrati sensibili al problema per la prima volta dopo anni e siamo in presenza di un vasto organico formato da giovani motivatissimi e vecchie guardie che metteranno a disposizione del gruppo la preziosa esperienza maturata con gli anni".

L'assemblea è già testimone di idee volte a rinnovare il servizio pubblico secondo le esigenze di un paese molto particolare, diverso dal resto del mondo e dalle stesse Cinque Terre.

All'interno del direttivo ci sono: Luca Galletti in qualità di presidente, Guido Galletti vicepresidente, Sebastiano Cerulli segretario, Claudio Guelfi tesoriere, e i consiglieri: Fabrizio Andreotti, Armando Castagneto, Alberto Codeglia, Alessio Villa e Damiano Pugliese.

Le prospettive primarie per l'anno 2019 sono quelle di ripristinare un servizio di assistenza organizzato, coordinato e preparato per coprire le emergenze del territorio, pronto a collaborare con tutti gli tutti gli enti di soccorso specializzati.
In secondo luogo la P.A. di Corniglia si dedicherà all'organizzazione di eventi a beneficio della popolazione con la finalità di risvegliare ed amplificare il senso di aggregazione e partecipazione, valori che hanno garantito il conservarsi, nei secoli, di un territorio geologicamente e sociologicamente vulnerabile che rischia, come un pugno di terra, di sgretolarsi fra le dita di chi lo stringe.

 14-03-2019 11:48

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Cronaca Cinque Terre


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale