La Giovane Orchestra Spezzina suona con Matteo Fiorino

Appuntamento sabato 16 marzo, alle ore 18.30, in piazza Mentana.


Il concerto sarà l’occasione per presentare la trascrizione per chitarra e orchestra di “San Giuseppe”, brano del cantautore spezzino Matteo Fiorino, che verrà eseguito insieme alla GOSP in occasione delle festività previste per la festa patronale della Città della Spezia.
Il concerto, articolato in due parti, prevederà l’esecuzione di alcuni brani del repertorio di Matteo Fiorino nella prima parte e l’esecuzione di brani di musica classica, contemporanea e appartenenti alla tradizione oltreoceano da parte della Giovane Orchestra Spezzina.

 

Il concerto avrà inizio alle 18.30 e sarà ad ingresso libero e aperto a tutta la cittadinanza.

L’esibizione sarà inoltre l’occasione per presentare alla cittadinanza la campagna di crowdfunding “La Musica cambia la vita” lanciata da GOSP.
Infatti GOSP ha deciso per la seconda volta di approdare sulla piattaforma di crowdfunding Eppela.com, con un obiettivo molto ambizioso. La nuova sfida che si prospetta è quella di trovare i fondi necessari all’acquisto di nuovi strumenti musicali che verranno dati in comodato d’uso gratuito ai ragazzi che sono entrati a far parte del progetto dal gennaio 2019.
Per il raggiungimento di questo traguardo saranno necessari 10.000 euro che permetteranno di acquistare 5 violini, 2 violoncelli, 4 flauti, 4 clarinetti, 3 trombe e 3 sassofoni. Fondazione Carispezia, che sostiene GOSP dalla sua creazione, raddoppierà le donazioni ricevute dal pubblico al raggiungimento del 50% del traguardo prefissato, fino a un massimo di 5 mila euro.


GOSP-Giovane Orchestra Spezzina è un progetto avviato nel 2013 dalla Fondazione Carispezia in collaborazione con i Distretti socio-sanitari n. 18 La Spezia - Lerici - Porto Venere, n. 19 Val di Magra e n. 17 Val di Vara.
L'Orchestra, formata da oltre 70 bambini e adolescenti dai 5 ai 18 anni di tutto il territorio provinciale, si ispira al sistema creato nel 1975 da José Antonio Abreu per fornire ai più giovani un ambiente formativo e di riscatto sociale attraverso l'insegnamento della musica.
La creazione della GOSP nasce per rafforzare l'integrazione e l'inclusione sociale di ragazzi che vivono nel territorio spezzino. Le lezioni, tenute da giovani docenti diplomati al Conservatorio musicale "G. Puccini" della Spezia, si svolgono presso l'Oratorio Don Bosco alla Spezia, l’Oratorio del Canaletto, il Centro di Aggregazione Giovanile "Dario Capolicchio" a Ortonovo e la Comunità Educativa Assistenziale "La Casa di Gulliver" a Borghetto di Vara. La formazione della GOSP è curata dalla cooperativa Bequadro, formata da giovani docenti diplomati al Conservatorio di musica della Spezia.

Matteo Fiorino è nato alla Spezia. Ha vissuto a Bologna, Roma e Torino ma da buon ligure è andato spesso per mare. La sua è musica in bottiglia, che costruisce grandi storie a partire da piccoli bozzetti. I suoi punti di riferimento, italiani e non solo, sono tanti: da Lucio Dalla a Ivan Graziani, dalla black music al progressive rock. Dopo l’esordio con Il masochismo provoca dipendenza (2015 Frivola Records / A Buzz Supreme) Fiorino, finalista Arezzo Wave e Premio Buscaglione, è tornato nel 2018 con Fosforo, un disco prodotto da Phonarchia Dischi, dove abbandona l'ironia vernacolare del primo album per una scrittura più asciutta e sarcastica.
Dall'Internazionale a Nessun Dorma, diverse sono le testate e i format di settore che hanno accolto con entusiasmo il suo ultimo lavoro, a partire dal primo estratto "Madrigale" (feat. Iosonouncane).
L'apertura del concerto di Brunori Sas al teatro Ariston di Sanremo è solo una delle tante tappe del Tour Senza Cuore, che lo ha visto esibirsi in tutta Italia, da Palermo a Torino.

 14-03-2019 10:47

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Cultura La Spezia


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale