Broker Forex: le novità del settore

Scopriamo qualcosa in più.


Da molti è considerato un mistero, ma diverse inchieste hanno rivelato che di mistero non si tratta affatto. È stato scoperto che i broker Forex che offrono il trading online guadagnano certo, ma non lo fanno sulle spalle o a scapito degli utenti. A conti fatti, poi, cosa ci sarebbe di male se i broker guadagnano? Con le regole oggi esistenti nel settore lo fanno anche nella maniera più regolare possibile.
I broker Forex, insomma, vanno visti e inquadrati come qualsiasi altra azienda che cerca di sopravvivere alla sua concorrenza, affermarsi sul mercato con un’offerta convincente per la propria clientela e aumentare gli utili. Alla fine, è quello che fanno un po’ tutte le altre aziende, solo che con i broker per qualche motivazione in passato c’è stata la tendenza a demonizzarli.

I servizi dei broker Forex

La grande differenza di un broker Forex con le attività normali con le quali si è abituati ad avere a che fare ogni giorno è che loro offrono un servizio intangibile che sembra essere più difficile da valutare. Inoltre su questo discorso influiscono molto le aspettative. Le persone quando si iscrivono a un broker si aspettano di fare soldi e se questo non avviene partono alla carica con le critiche, anzi finisce che molti affermino addirittura di essere stati truffati se non hanno guadagnato. Il che è del tutto sbagliato.
Recenti inchieste nel settore hanno dimostrato che i migliori broker forex hanno una platea che giunge effettivamente al guadagno pari al circa il 5% in media dei clienti. Si tratta evidentemente di una truffa penseranno i meno esperti dei mercati. La verità è che fare trading è difficoltoso e richiede competenza ecco perché i numeri affermano che sono davvero in pochi gli operatori che finiscono per guadagnarci.
Ma quindi come guadagnano i broker? Cerchiamo di rispondere semplicemente alla domanda.

Le commissioni: ecco come funzionano

Il broker Forex non svolge altro che una funzione di intermediazione con i mercati finanziari per conto del trader. Ciò significa che è giusto e lecito che guadagni qualcosa per svolgere questo ruolo. Nel caso delle piattaforme di trading online, questo guadagno si sostanzia in commissioni sulle operazioni di trading.
Non si tratta, tuttavia, di commissioni nascoste ai traders, al contrario tutti gli operatori sanno benissimo, fin dal momento dell’iscrizione a quanto ammontano le commissioni del loro intermediario, come variano e quanto pesano sul loro guadagno finale. Chi finge di ignorare queste informazioni è semplicemente in mala fede.
Il guadagno dei broker dipende in sostanza dallo spread, che non ha niente a che vedere con lo “spread” di cui sentiamo parlare al telegiornale. Questo spread è il differenziale che esiste tra il prezzo di acquisto e vendita di un bene. Ci sono due tipologie principali di spread, quello fisso e quello variabile. Non c’è un tipo di spread più conveniente, tutto dipende dai prezzi stabiliti dal broker.
I guadagni così percepiti dagli intermediari di trading online sono del tutto regolari e dichiarati dai broker, non c’è niente di illegale nel percepire queste commissioni, come molti sembrano sospettare.

 11-02-2019 09:26

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Economia


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale