ATC: la CGIL chiede lo stop ai tagli, se no sarà mobilitazione

Se non ci saranno passi indietro, il sindacato è pronto allo sciopero prima di Natale.

 

“I tagli al trasporto pubblico locale prefigurati dalla Provincia sono inaccettabili. Siamo pronti allo sciopero prima di Natale.” Così Alessandro Negro, responsabile TPL per la Filt Cgil della Spezia, che continua: “700 chilometri di tagli mettono a grave rischio il servizio per gli utenti e prefigurano una trentina di esuberi. E ci sono da considerare i problemi che ne deriverebbero per l'indotto ed i sub appalti, che riguardano specialmente le linee estra urbane. Non possono essere lavoratori e cittadini a pagare una gestione sbagliata dell'Azienda, del Comune della Spezia e della Provincia. Al contrario, servono investimenti per rilanciare il servizio, come chiediamo da tempo, mantenendo tutti gli attuali assetti occupazionali. Chiediamo un deciso passo indietro all'Azienda ed alle Istituizioni coinvolte ed un congelamento della situazione, altrimenti sarà mobilitazione”.

 06-12-2018 11:46

Autore: CGIL
Categoria: Comunicati Lavoro


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale