Ex Cava della Brina, Costa: "La sicurezza è la priorità"

Il candidato di Noi con l'Italia, Presidente della Commissione ambiente in Regione, esprime la propria preoccupazione per lo stallo dei lavori.

“Da quando ci siamo insediati al governo regionale, abbiamo sempre seguito con attenzione la vicenda della ex Cava della Brina”. Il consigliere regionale Andrea Costa (Noi con l'Italia - Liguria popolare), presidente della Commissione ambiente e territorio, interviene in merito alla riambientalizzazione della ex cava della Brina, a Ponzano Belaso, Santo Stefano di Magra.
“L'intervento è oggetto di un'indagine della Procura, tutt'ora in corso, che ha comportato il sequestro di vasta parte dell'area. L'attuale stallo in cui versano i lavori ci preoccupa. Il consiglio comunale di Santo Stefano, lo scorso novembre, grazie all'iniziativa dei consiglieri Ponzanelli e Monticelli (Santo Stefano popolare), ha votato all'unanimità un testo che impegna l'amministrazione 'Qualora dovessero emergere fatti od azioni contrari a presupposti normativi, a valutare interventi tra cui la chiusura della cava della Brina'. Come politico e come tecnico, credo che sia necessario da un lato non legare le mani all'impresa e all'iniziativa privata. Dall'altro far sì che ogni cosa - questa la priorità - si svolga nel rispetto della sicurezza e della legalità”.

 14-02-2018 11:30

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Politica Santo Stefano Magra


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale