Comitato Arcola che verrà: "L'Amministrazione quando si degnerà di fare qualcosa?"

Dalle buche nelle strade, alla scarsa illuminazione, alla circolazione dei mezzi pesanti: il Comitato elenca quelle che ritiene le principali criticità da affrontare.

"Ogni volta che piove - esordice Antonio Parrillo, portavoce del Comitato Arcola che verrà - si fanno rappezzi che senza dubbio hanno un costo. Sono tre gli operai impiegati, sul mezzo: uno guida e gli altri due, con palate di asfalto a freddo, tentano di chiudere buche ormai decennali, che continuamente si aprono sulle strade arcolane, soprattutto nella zona industriale. Non sappiamo più come fare a dire a questa Amministrazione e chi la rappresenta quali sono i temi ai quali come cittadini vorremmo si mettesse la parola fine. Ricordiamo che le palate di asfalto a freddo sono solo un palliativo e che non risolvono il problema".

 

“Ci chiediamo - prosegue Antonio Parrillo - “quando questa amministrazione si deciderà a fare fronte ai problemi che da anni denunciamo. Un chiaro riferimento va alla zona industriale ormai confinata nello stato di totale abbandono. Purtroppo c’è da aggiungere che furbi ed incivili, con il continuo abbandono di borse e sacchetti di rifiuti, rendono ancora più insopportabile la vita di chi in quella zona abita. Abbiamo spesso denunciato attraverso la stampa la mancanza di illuminazione, per il tratto che va dalla Trattoria la Primula fino al confine con il comune di Vezzano e viceversa. Una strada dove il traffico pesante la fa da padrone, come quello automobilistico, in barba ai residenti, ai pedoni, ai ciclisti, come ai limiti di velocità imposti dal Codice della strada. Una strada pericolosissima quella di Viale XXV Aprile, ma completamente abbandona. Il decoro della zona, e non solo, è inesistente, non ci sono marciapiedi, quindi la sicurezza è pari a zero”.

“Ma - continua il portavoce del Comitato - ci aspettiamo che questa amministrazione si degni di fare qualcosa. Siamo stanchi, demoralizzati perché questa Amministrazione ha completamente optato per il fumo negli occhi. Le strade chiuse, le tombinature ormai al collasso, gli attraversamenti pedonali insufficientemente illuminati in località Ponte ne sono un esempio. In proposito avremo un nuovo incontro con l’assessore di riferimento martedì prossimo”.

Poi Parrillo pone una serie di domande: “Quando questa amministrazione emetterà l’ordinanza di interdizione dei mezzi pesanti sulla via Aurelia o per lo meno se ne discuterà in una assemblea pubblica? Quando ci darete il decoro che il terzo comune della provincia spezzina merita?”

E conclude: “Questi sono solo una parte dei problemi che affliggono alcune zone, ma più in generale il comune di Arcola”.


(Foto di repertorio)

 12-01-2018 12:30

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Politica Arcola

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale