Contratto di Servizio Regione Liguria-Trenitalia, si va alla firma: la preoccupazione dei pendolari

"Un atto che peserà sul futuro della regione, con la sua durata di 15 anni".


Comitato Pendolari Valle Stura ed Orba, Pendolari Savona-Genova, Pendolari del Levante, Comitato Ricorrenti CinqueTerre e WWF-Italia-Liguria sono particolarmente preoccupati della decisione di fimare il rinnovo del Contratto di Servizio per 15 anni.
Si riservano ovviamente di valutare con attenzione i contenuti del contratto, anche se si chiedono il valore di un controllo a posteriori: "Anche fossero rilevate gravi lacune o mancanze, quali spazi di modifia potrebbero esserci in un contratto già fimato?"

E’ da attendersi, come chiesto più volte - affermano i Comitati - un congruo tempo di verifica dei contenuti del Contratto da parte degli utenti, anche nel rispetto dello spirito di quanto votato dai consiglieri regionali prima della firma. Deludente ma anche poco saggio da parte della Regione non aver seguito questo percorso.
E’ conscio chi ritiene positivo fimare un atto di tale durata, che travalicherà 3 legislature, della responsabilità politica che si assume?
C’era da augurarsi che l’esperienza negativa del cds 2009-2014 e quella “fotocopia” del cds 2015- 2017 insegnassero molta più prudenza per il futuro, invece l’impressione, ancora una volta, è quella del ripetersi di dinamiche del passato, dalla retorica dei treni nuovi a quella dei treni alta velocità per Milano o Roma o Venezia che nulla c’entrano con gli obiettivi e finalità di un contratto di servizio per il trasporto regionale.
Le conseguenze negative delle scelte del passato si sono riverberate fino ad oggi. Per quanto si riverbereranno le scelte negative del presente?"

 

 12-01-2018 11:31

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Cronaca

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale