Battistini: "Il demansionamento della Dottoressa Carlucci è stato bloccato dal Collegio sindacale"

Il Consigliere regionale afferma che nel corso della Commissione sanità è emersa una verità diversa da quella riferita dall'assessore Viale.

Blocco del provvedimento illegittimo per demansionare Carlucci. Questo è uno dei punti chiave emersi in Commissione Sanità su quello che si sta rivelando un disastroso corso di Asl5.

A smentita di quanto dichiarato dall’Assessore Viale in Consiglio Regionale, il Presidente del Collegio Sindacale, Dr. Giovanni Grazzini, ha spiegato che, in sede di Consiglio di Direzione, il Direttore Generale di Asl5, Dr. Andrea Conti, aveva proposto di demansionare la Direttrice del Presidio Ospedaliero del Levante Ligure.
L’idea era quella di decapitare la D.ssa Decia Carlucci, togliendole la direzione del San Bartolomeo di Sarzana.

È stato lo stesso Presidente Grazzini, così ha dichiarato in Commissione, a sollevare con forza la questione dell’illegittimità del provvedimento proposto, e dunque a opporsi impedendo così che venisse approvato.

L’Assessore, invece, rispondendo in Consiglio Regionale, aveva affermato che nessuno avesse mai proposto un demansionamento della Direttrice Carlucci, anche e soprattutto perché le indagini sul decesso avvenuto nel reparto di geriatria erano ancora in corso.

Spiace constatare, ancora una volta, che le risposte fornite in Aula, un luogo Istituzionale, spesso non corrispondano alla realtà dei fatti.


Francesco Battistini
Consigliere Regionale Rete a Sinistra/liberaMENTE Liguria

 12-01-2018 11:44

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Politica La Spezia


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale