All'unanimità il Consiglio Comunale di Santo Stefano Magra dice sì al Regolamento per le Consulte Territoriali e per la Consulta Giovani

Nella seduta del 27 luglio il Consiglio Comunale di Santo Stefano di Magra ha approvato all'unanimità il Regolamento per le consulte Territoriali e il Regolamento per la Consulta Giovani.


Questi due fondamentali risultati per allargare la partecipazione dei cittadini di Santo Stefano di Magra è stato in primo luogo possibile grazie anche al positivo e costruttivo lavoro svolto dai consiglieri di maggioranza e di minoranza, prima in Commissione Consiliare e poi in Consiglio Comunale.
A meno di due mesi dall'insediamento del Sindaco, aver approvato, col contributo di tutto il Consiglio Comunale, due Regolamenti che permetteranno a breve di coinvolgere direttamente la comunità nelle scelte e negli indirizzi del Comune è un risultato storico, sia per i tempi rapidi nel quale è avvenuto, sia perchè tutto il Consiglio Comunale ha dato un segnale forte di superamento di divisioni quando si lavora per il bene della collettività, sia in particolare per i contenuti innovativi presenti nei Regolamenti.
In una fase storica nella quale la politica si presenta ai cittadini con divisioni spesso artificiose e distacco dai temi che veramente stanno a cuore alla popolazione, il Consiglio Comunale ha voluto lanciare un forte segnale di buona e corretta amministrazione, facendo veramente bene il compito per il quale i cittadini hanno eletto i propri rappresentanti.


Nel Regolamento per le Consulte Territoriali si prevede la creazione di 6 Consulte in base alla ripartizione del Territorio (Centro Storico, Capoluogo, La Macchia, Madonnetta, Belaso e Ponzano Superiore). Le Consulte saranno organizzate con grande autonomia sulla base totalmente volontaria di cittadini, che, al di là delle opinioni politiche, vogliano mettersi a disposizione della collettività. Tra le finalità delle Consulte si evidenziano quelle di organizzare incontri e riunioni con la popolazione delle singole zone (anche attraverso l'istituto dell'assemblea che è precisamente normato), proporre studi e ricerche sui vari problemi, sottoporre all'Amministrazione proposte di intervento, esprimere pareri all'A.C., elaborare una relazione sulle esigenze della zona in previsione del Bilancio Comunale. L'Amministrazione, nello spirito di reciproca collaborazione, è tenuta a dare comunicazioni e informazioni al Presidente della Consulta sui vari interventi e strumenti di programmazione che interessano le varie zone.
Entro l'autunno si conta di procedere alla elezione delle Consulte dotando così in pochi mesi tutta la comunità santostefanese di fondamentali strumenti di partecipazione, controllo, proposta e coinvolgimento nella gestione delle principali scelte della vita cittadina.


La Consulta Giovani è una proposta fortemente innovativa che intende fornire una prima risposta ad una tematica ed una categoria, quella dei giovani, che maggiormente soffre il distacco dalle istituzioni e ha più volte segnalato molteplici problemi legati a spazi disponibili, lavoro, iniziative culturali, di tempo libero e di aggregazione; a fronte invece di enormi potenzialità rivolte a mettere le proprie conoscenze, interessi e tempo a disposizione per migliorare il territorio e vivere meglio il proprio paese. E' un regolamento dotato di una grande autonomia, connotato da forte spirito di volontariato e libera partecipazione e nel quale il Comune non è certo controparte ma animato da una forte volontà di trovare, nel confronto e collaborazione, momenti nuovi, pratici ed efficaci per dare finalmente alcune risposte alle tematiche fortemente sentite dai giovani. Anche questo regolamento troverà
pratica attuazione in tempi brevi.

 

 28-07-2016 19:54

Autore: Comune di Santo Stefano di Magra
Categoria: Comunicati Politici


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale