A.Li.Sa., Battistini (M5S): "La Regione ha deciso di togliere risorse all'assistenza per trasferirle alla sfera dirigenziale"

Da martedì scorso abbiamo una ASL in più, in Liguria, con tutti i costi aggiuntivi che una operazione del genere porta con se. Vorrei che i miei concittadini capissero perché come MoVimento 5 Stelle Liguria ci siamo espressi, analizzando nel merito ed in profondità questa riforma, in maniera del tutto contraria.

 

A.Li.Sa., questo è il nome della nuova super Azienda Sanitaria della Liguria, tanto per iniziare, porterà, a regime, di base, ben 400.000 euro di costi in più sul Sistema Sanitario Regionale, e lo farà, perché è scritto nella norma finanziaria della Legge stessa, a scapito dei Livelli Essenziali di Assistenza, i LEA. Dunque, A.Li.Sa. sottrarrà, per mantenere figure dirigenziali nuove, risorse preziose ai veri servizi utili ai cittadini liguri per curarsi!
Altro che Infermiere di Quartiere, come dice, inspiegabilmente, il Collegio IPASVI ligure.


Nella legge regionale che istituisce A.Li.Sa. si parla di probabili future sperimentazione di modelli organizzativi per la gestione delle risorse professionali e non di nuove figure da attivare nell'immediato!
Questa Giunta ha scelto di togliere risorse all'assistenza per trasferirle sulla sfera amministrativa e dirigenziale mettendo così in serio pericolo già gli attuali servizi erogati con fatica, figuriamoci le probabili sperimentazioni future!


A.Li.Sa., inoltre, attualmente non è altro che uno scatolone vuoto perché non esiste, oggi, alcuna riforma sanitaria. Dovremo, forse, attendere 180 giorni per conoscere le reali intenzioni di questa maggioranza, senza poter lottare per fermare, prima che inizi, il potenziale definitivo scempio del servizio sanitario pubblico.
Una scommessa, come la maggioranza stessa l'ha definita, fatta, esclusivamente, a spese, e sulla pelle, dei cittadini liguri.
L'unica cosa che sappiamo, comunque, ad ora, è che i sindaci, le ASL e dunque le vere necessità dei territori conteranno ancora meno di oggi!
La considerazione finale su A.Li.Sa. è riservata ai conflitti che produce con la normativa statale vigente e dunque sulla sua incostituzionalità.
La programmazione sanitaria è in capo alla Regione, e non può essere demandata ad una Azienda. Questo è, forse, un pessimo metodo, adottato da una pessima politica, per fare scelte scomode e tentare di non assumersene le responsabilità.


Evitare di perdere voti pare essere l'ossessione di questo centrodestra e non certo quella di risolvere i veri problemi della Sanità ligure: liste d'attesa infinite, fuga di pazienti, ospedali dalle strutture inadeguate, carenza di personale.


A.Li.Sa. è, quindi, un qualcosa di pessimo che non risolverà i veri problemi della Sanità ligure anzi, purtroppo, li aggraverà.

 28-07-2016 15:02

Autore: Cinque Stelle
Categoria: Comunicati Politici


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale