Truffe ai danni degli anziani: un finto avvocato e un falso tecnico sottraggono monili d'oro a due donne

Di Doris Fresco - Altri due casi di truffe ai danni di anziani si sono verificati ieri: intorno alle 18:30 a Levanto, il primo caso e poco dopo un altro alla Spezia.


La prima vittima, una pensionata di 80 anni, ha denunciato al comando della stazione dei carabinieri di Levanto che intorno alle 18 uno sconosciuto l'aveva chiamata identificandosi come un avvocato e raccontandole di dover assistere suo figlio che si trovava dai carabinieri per problemi con l'assicurazione; il finto avvocato ha chiesto alla donna il versamento di €4000 spiegandole che quelli erano i soldi previsti per la sua parcella. Il sedicente avvocato sì è poi presentato all'abitazione della donna che però non disponeva di denaro contante, e si è "accontentato" di farsi consegnare diversi monili in oro per un valore ancora da definire. L'uomo si è poi dileguato.
Sono in corso le indagini dei carabinieri per risalire alla sua identità.


Nel secondo caso, avvenuto alla Spezia alle 19:00 di ieri, un'anziana signora ha chiamato i carabinieri per denunciare che uno sconosciuto si era presentato alla sua porta dicendo di dover controllare l'impianto di riscaldamento. Secondo il racconto della donna, l'uomo l'avrebbe convinta a consegnarle una catenina d'oro che aveva al collo e con toni rassicuranti le avrebbe spiegato che tenendola con sé avrebbe potuto danneggiarsi. Ovviamente l'uomo, appena ha avuto la collana tra le mani, è fuggito e si è dileguato.
Anche in questo caso le indagini dei carabinieri sono ancora in corso.

 


È sempre costante, inoltre, anche il lavoro di sensibilizzazione perché l'unico modo per non rischiare di cadere in queste trappole è chiamare i veri carabinieri al numero di emergenza 112.

 28-07-2016 14:39

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Cronaca


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale