Football americano, i Red Jackets verso il settore giovanile

Di Andrea Catalani - Luglio è tempo di "finalissime", di "Bowl", nel football americano italiano, che si tratti dell'Italian Bowl della 1.a Divisione o del Silver Bowl della 2.a, ma anche del Nine Bowl della 3.a o ancora del Rose Bowl, la finale del campionato femminile.


Da parte propria, nella relativa oscurità a cui li ha costretti il nuovo impatto (ad alcuni anni di distanza) con la 2.a Divisione, oggi i Red Jackets Sarzana lavorano a testa bassa per rafforzare le proprie prospettive; cosa quest'ultima, che significa in sostanza investire mezzi, tempo e fatica soprattutto sul settore giovanile.

 


"A livello di risultati per la prima squadra – spiega l'head coach Francesco Righetti – abbiamo dovuto pagare lo scotto di un ritorno a una dimensione a cui, dopo qualche anno di football a soli 9 giocatori in campo per squadra in 3.a Divisione, non eravamo più abituati. Nel complesso ce la siamo anche cavata con dignità, ma il vero e proprio valore aggiunto di questo nostro 2016 sembra essere il balzo in avanti che abbiamo alla portata a livello giovanile, a seguito soprattutto della promozione condotta qualche mese fa nelle scuole".

Oltre venti "rookies", come nell'american football sono detti gli esordienti, hanno infatti di recente ampliato le fila dei Reds: si tratta di ragazzi di classe intorno al 2000. Da qui al proposito di allestire qualche squadra in grado di intraprendere i campionati giovanili autunnali, magari ricorrendo pure a qualche giovanissimo elemento già da tempo nei ranghi rosso-argento, il passo non è lungo.

"Sono anni che ambiamo a riorganizzare un settore giovanile – ribadisce l'offensive coordinator Michele Ibatici che di Righetti è all'atto pratico il "vice" – e forse non ci siamo mai stati così vicino, questo l'aspetto attuale che più ci sprona all'ottimismo, al di là del fatto che il nostro campionato di 2.a Divisione non va disprezzato. Abbiamo vinto solo la prima partita, è vero, ma tutte le sconfitte sono state di misura, come testimonia anche l'ultima, di 2 punti appena, contro i Daemons Martesana. Se consideriamo che mancavamo dal football a 11 giocatori da un triennio ci possiamo per lo meno accontentare. Tanto più che vari infortuni non ci hanno di certo aiutato".


Ma appunto sguardo ora al "vivaio", proprio alla Bradia: chiunque voglia cimentarsi con questo sport può presentarsi il mercoledì e il venerdì, fra le ore 19 e le 21.
Informazioni al numero 333 / 2622498.

 27-07-2016 08:21

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Football Americano


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale