Derubano dei turisti sul treno, ma un poliziotto vede tutto. Fermata una 33enne che evita il carcere perchè incinta, la complice riesce a scappare

Di Doris Fresco - Ieri mattina la Polfer è intervenuta alla stazione centrale della Spezia a seguito della richiesta di un poliziotto della Digos della questura di Milano libero dal servizio.

L'agente si trovava alla stazione in attesa del treno regionale per Genova e ha notato subito una donna sospetta. Insieme sono saliti sul treno e il poliziotto non ha mai perso la donna di vista e ha monitorato attentamente tutte le sue mosse. Ha visto subito, ad esempio, che sul treno aveva una complice e che le due avevano già puntato lo sguardo su due turisti cinesi.


Sotto l'occhio attento del poliziotto le due donne hanno messo in scena le manovre necessarie a derubare uno dei due turisti del portafoglio: mentre una delle due bloccava la porta piazzandosi di fronte alle vittime, l'altra da dietro, facendo attenzione ad occultare il tutto con un asciugamano da mare tenuto sul braccio, portava via un portafoglio rosa dalla borsa della donna cinese.


A questo punto il poliziotto in ferie è intervenuto, identificandosi e mostrando i documenti, bloccando la ladra con la refurtiva, mentre la complice è riuscita a scappare. Insieme ai cinesi, che non si erano accorti di nulla, hanno raggiunto l'ufficio della polfer e compilato i moduli di denuncia.

La donna fermata, H.S. del 1983 residente al campo nomadi di Genova, non è stata arrestata perché incinta, ma il suo nome verrà segnalato alla prefettura e potrebbe essere il prossimo a finire nella lista delle persone soggette all'obbligo di dimora nella provincia di residenza.

Le nove donne già indicate dal questore sanno bene di non poter più mettere piede alla Spezia, altrimenti verranno arrestate, come dimostrato dal fatto che nessuna di loro è più stata vista sui treni o in provincia.

 

 25-07-2016 14:41

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Cronaca La Spezia


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale