Al Palmaria Restaurant la nuova cucina 'nazionale' dello chef Francesco Parravicini

Un raffinato ristorante nella splendida cornice del Golfo dei Poeti, dove godersi lo spettacolo del tramonto sul mare e riscoprire i tipici sapori liguri in abbinamenti inaspettati.


E' il Palmaria Restaurant, fiore all'occhiello del Grand Hotel Portovenere, aperto tutti i giorni dalle 1,30 alle 22,30 anche al pubblico esterno.
Posto su una suggestiva terrazza panoramica con veranda che affaccia sul borgo e sull'omonima isola, Palmaria Restaurant è il locale ideale dove gustare deliziosi menu gourmet cullati dal dolce sottofondo della risacca.
Qui la creatività dello chef Francesco Parravicini, classe 1973, 'cresciuto' alla scuola dei Mei, Penati e Sadler, coccola l'ospite con una nuova cucina interpretativa del patrimonio gastronomico nazionale a base di prodotti locali, mixati alle classiche specialità italiane. Il risultato sono piatti unici nel gusto, negli accostamenti e nell'esaltazione dei sapori, difficili da dimenticare.


Quella di Parravicini è la più autentica cucina mediterranea, a base delle primizie dell'orto e del bosco, di pesce rigorosamente fresco di giornata come della selvaggina proveniente delle montagne a ridosso delle coste, condita con il più genuino olio di oliva taggiasca, donato dagli uliveti che si susseguono di valle in valle per tutta la regione.


"La mia mission – spiega Parravicini- era conquistare un pubblico ora molto esigente e internazionale, ora locale o nazionale, con aspettative alquanto diverse. Un turista che arriva da oltreoceano si aspetta di mangiare 'italiano', non sa sa e non accetta che in Liguria si mangi solo 'ligure'. Mentre gli italiani apprezzano le tipicità locali. Così ho cercato di creare una cucina Tricolore che però conservi sempre la memoria degli splendidi luoghi in cui ci troviamo".


Ecco alcune proposte di mare selezionate fra le delizie dello Chef Parravicini:

 

Crudo di gambero rosso, agrumi, feta e aceto di fichi ristretto
Il pregiato gambero rosso incontra la genuinità dell' olio di olive taggiasche e la dolcezza dell' aceto di fico nato dai frutti cresciuti sulle colline liguri. Il contrasto fra i due sapori unito ai particolari ingredienti da' origine ad un piatto dal gusto unico ma inconfondibilmente mediterraneo.

Ingredienti per 10 persone
Gambero rosso di sicilia fresco kg 2
Arancio gr 200
Lime gr 100
Feta gr 30
Oil extra vergine cl 20
Aceto di fico cl 5
Menta fresca
Sale pepe
Procedimento: pulire completamente i gamberi dalla carapace recuperando la coda, aprirla a libro e disporla a cerchio su un piatto, condire semplicemante con sale pepe, cubettini di agrumi pelati a vivo, pezzettini di feta, foglie di menta fresca e alla fine olio extra vergine e aceto di fico.



Parmigiana di melanzane, asparagi e zucchine
Un grande classico della cucina italiana rivisitato con l' aggiunta di due verdure molto diffuse in Liguria. Il risultato è un piatto leggero, ben calibrato, adatto anche a chi predilige la cucina vegetariana.

Ingredienti per 10 persone
Melanzane kg 3
Zucchine kg 0,5
Asparagi kg 0,5
Passata cruda di pomodoro biologico
Pecorino romano kg 0,15
Olio extra vergine cl 10
Sale pepe
Procedimento: pelare completamente le melanzane, tagliarle a fette di 1 cm di spessore disporle su una teglia antiaderente aggiongere sale pepe e olio e cuocerle in forno a 170° per 25 minuti. Quindi disporle a strati in uno stampo da plum cake alternando passata di pomodoro e pecorino romano. Cuocere in forno a 130° per 40 minuti. Tagliare a fette e servire con accompagnamento di asparagi e zucchine precedentemente sbollentate.


Filetto di rombo al forno con patate e cipolla di tropea
Il rombo appena pescato nelle acque del Golfo dei Poeti viene cucinato con le  patate novelle delle coltivazioni vicine e l' aggiunta della migliore cipolla che l' Italia conosca: quella di Tropea.

Ingredienti per 10 persone
Rombo fresco kg 3
Patate a pasta gialla kg 1,5
Cipolla di tropea kg 0,3
Olio extra vergine cl 15
Origano
Sale pepe
Procedimento: sfilettare con cura il rombo, salarlo peparlo quindo scottarlo in una padella antiaderente molto calda. Unire le patate precedentemente sbollentate, la gipolla appassita in padella e completare la cottura in forno per 10 minuti. Servire con un filo di olio crudo e una spolverata di origano.

 

 25-07-2016 10:56

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Politica Porto Venere

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale