Spezia-Pisa: manca poco al super derby

di Massimo Guerra- Una sfida che vale tanto per l'undici di D'Angelo ma molto di più per le Aquile allenate da Italiano


Mancano poche ore al derby Spezia-Pisa nel deserto del Picco (inizio ore 21, dirige l'arbitro Ghersini della sezione genovese) una sfida che vale tanto per l'undici di D'Angelo ma molto di più per le Aquile allenate da Italiano, in un momento storico senza precedenti per la possibilità di agguantare il Crotone secondo in classifica e rendere più concreto un sogno atteso ormai da troppi anni.

Le due squadre sono in salute, lo è lo Spezia reduce da due vittorie consecutive contro avversari di peso come l'Empoli e il Chievo malgrado l'assenza di giocatori importanti come i gemelli Ricci, Di Gaudio e Ramos e il ritardo di forma di Bidaoui, ma anche il Pisa con quattro punti in due gare (pari a Salerno e vittoria casalinga contro il Pescara) sta uscendo alla distanza tra le pretendenti ad un posto nei play-off distanti solo due punti, anche se stasera dovrà rinunciare a Lisi, squalificato per un turno: l'allenatore D'Angelo ha da decidere su due ballottaggi: Birindelli-Pisano in difesa e Soddimo-Vido per la trequarti.

A tutto ciò va aggiunta la specificità di una sfida non a caso marchiata "derby" per l'antica rivalità in primis tra le opposte tifoserie (questa sera disinnescata dal Coronavirus), una sfida tra campanili con precedenti anche eclatanti - uno tra tutti, il duello sospeso nel 1999 dopo che il Questore aveva concesso la Ferrovia ai supporter toscani, a seguire sconfitta a tavolino e dimissioni del presidente Sergio Borgo, davvero altri tempi.

Come tutti i derby c'è da attendersi un confronto aperto, magari non spettacolare ma tra due squadre intenzionate a raccogliere il bottino massimo. Le Aquile vogliono riscattare il risultato beffa dell'andata: dopo l'iniziale vantaggio dei toscani di Marconi, nella ripresa lo Spezia effettuò il sorpasso con una doppietta di Ragusa. Nel pazzo finale tra l'87′ e il 92′, il Pisa riuscì a ribaltare il match e vincere la partita grazie a guizzi di Aya e Benedetti.

Ecco le probabili formazioni di Spezia-Pisa

SPEZIA (4-3-3): Scuffet; Vignali, Capradossi, Erlic, Marchizza; Bartolomei, Maggiore, Mora; Gyasi, Galabinov, Mastinu.

PISA (4-3-1-2): Gori; Belli, Caracciolo, Benedetti, Pisano; Marin, De Vitis, Gucher; Soddimo; Vido, Masucci

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.
 29-06-2020 19:23

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Ac Spezia Calcio
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale