Alpinismo Lento tra le mura di casa

Yoga, scarponi e mascherine con immagini panoramiche ed alimentazione.


Anche interviste in diretta video e sevizi televisivi durante i telegiornali locali stanno arricchendo di significati e contributi la singolare attività dell’associazione Mangia Trekking, per continuare a praticare Alpinismo Lento da casa, nell’infelice tempo del Coronavirus. Si tratta di una serie di iniziative che stanno contribuendo a riempire le giornate ed a preservare la salute psico-fisica delle persone.

Da ogni parte del territorio nazionale, ed ora anche dalla Francia, giungono dei suggerimenti importanti per sviluppare iniziative, che nel trascorrere del tempo aiutano a mantenersi sereni e pronti, per tornare sulle vie sentieristiche, appena possibile. Ad esempio, da Toscana e Liguria, Alessandra e Lidia propongono semplici esercizi di yoga per il rilassamento, e Sandra di Vodo di Cadore, propone immagini di montagna delle Dolomiti Bellunesi, dove andare a praticare l’alpinismo lento estivo. Nonché le antiche tradizionali attività di ricamo su telaio.

Per l’alimentazione, Mariangela propone testaroli di Lunigiana fatti in casa, con semplici, acqua, farina, sale, e olio, mentre dal Veneto le fanno eco, suggerendo “l’estratto di zenzero” con potenti proprietà antinfiammatorie e digestive. Intanto l’alpinista lucchese Mara, ricorda a tutti, di fare la periodica e necessaria manutenzione agli scarponi, assicurando la buona cura della tomaia, del battistrada e la giusta preservazione del puntale. Inoltre Mara, auspica che ci si mantenga in attività nell’apprendere come fare i nodi, anche i più semplici come “la bocca di lupo”, possono esser utili sulle vie sentieristiche di montagna. Infine Elena di Genova, dato il momento particolare, attingendo dalle lenzuola della nonna, per tutti coloro che le richiederanno, sta producendo “mascherine” con filtro intercambiabile in carta da forno.

L’associazione Mangia Trekking, nel ringraziare gli associati, gli Organi d’Informazione e gli Enti Parco di tanti territori, che la sostengono nell’iniziativa, ( Cinque Terre, Appennino Tosco Emiliano, Porto Venere e Montemarcello Magra Vara ), invita tutti gli interessati a partecipare, assicurando i loro preziosi contributi al programma di Alpinismo Lento al tempo del Covid-19. Riferimento 333 5242613 oppure i social del sodalizio sportivo-culturale.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.
 25-03-2020 18:58

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Cronaca
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale