Alle Cinque Terre scatta il presidio fisso dei Vigili del Fuoco

Per il primo giorno del servizio straordinario il Comandante Bruni insieme ai suoi uomini.


Da ieri, lunedi 12 agosto, il Parco Nazionale delle Cinque Terre può vantare la presenza di una squadra operativa di Vigili del Fuoco.

Il presidio presso il santuario di Soviore, infatti, è attivo tutti i giorni da ieri fino alla fine del mese con cinque unità operative e tre automezzi: una ABP (Autobottepompa) a garantire una riserva idrica subito disponibile, un mezzo fuoristrada attrezzato con un modulo antincendio e un altro mezzo fuoristrada caricato con materiale tecnico e attrezzature.

Il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Leonardo Bruni, in occasione della ratifica dell'accordo, lo scorso 12 luglio alla presenza del Prefetto Lucio Antonio Garufi e del Direttore dell'Ente Parco 5 Terre Patrizio Scarpellini, aveva dichiarato che "con questa dotazione i Vigili del Fuoco presenti nel territorio del Parco, che vanno ad aggiungersi alle forze qui abitualmente in campo, ovvero il distaccamento di Brugnato e il distaccamento Volontario di Levanto, riescono a far fronte a tutte le richieste di intervento che dovessero presentarsi".

Ieri, primo giorno di questo presidio stagionale, il Comandante Bruni dando seguito alle sue parole e ha voluto essere vicino ai "suoi" uomini, sottolinenando l'importanza della loro presenza in questo delicato territorio a garanzia di una risorsa rapida e altamente professionale in termini di risposta a eventuali richieste di soccorso.

 13-08-2019 08:45

Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
Categoria: Cronaca Riviera

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Articolo Originale