Manchette

Manchette

Carispezia stellare In evidenza

Fonte 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Carispezia stellare a Trissino. Prestazione stratosferica dei rossoneri nel primo tempo. Borsi, De Rinaldis e Festa suonano la carica. Rossi stronca gli avversari.

I rossoneri battono i padroni di casa, che dal cambio di allenatore (Valverde per Rigo) non avevano più perso, e ipotecano l' ottava salvezza consecutiva in A1, perché grazie agli altri risultati il vantaggio sulla penultima, Cremona, a 3 giornate dalla fine è di 9 punti. (nella foto Simone Corona e Sergio Festa protagonisti della vittoria a Trissino).

G.S. HOCKEY TRISSINO - CARISPEZIA HOCKEY SARZANA 2 – 4 (0 - 3)
G.S. HOCKEY TRISSINO : Nicoletti (Bovo), Bertinato, Dal Monte, Faccin, Pasquale, Orustè (1), Greco, Aguilar, Ghirardello (1). Allenatore Jordi Valverde.
CARISPEZIA HOCKEY SARZANA : Corona (Perroni), Zanfardino, Festa (1), Rossi (1), Sterpini, Di Donato, Dolce , De Rinaldis (1), Borsi (1). Allenatore Francesco Dolce.
Arbitri: Sig. Ferrari (LU) - Sig. Iuorio (SA) ausiliario Sig. Nicoletti (VI)
"Ci credevo, avevo visto i ragazzi in palla tutta la settimana, sono veramente soddisfatto per i tre punti conquistati questa sera, abbiamo dato prova di maturità, in vantaggio per tre a zero non abbiamo commesso gli errori di martedì a Viareggio – commenta il Presidente Maurizio Corona a fine partita – avremmo potuto essere rimontati dai padroni di casa che sono una grande squadra (i Trissinesi, dal cambio di allenatore, Valverde per Rigo, non avevano più perso) e invece abbiamo tenuto il risultato e trovato la prima vittoria lontani da Sarzana. Comunque come ho detto ai ragazzi - continua il Presidente rossonero – non bisogna abbassare la guardia, nonostante la salvezza di fatto conquistata (manca solamente la matematica) dobbiamo continuare a lavorare con intensità, ora abbiamo due partite casalinghe con Breganze e Giovinazzo e poi andremo a fare visita a Sandrigo per chiudere la regular season, ma se crediamo che ora inizierà una serie di gare più facili di quelle disputate sino ad ora ci sbagliamo di grosso" . Il Presidente Corona non sta più nella pelle: "Che sarebbe stato un match molto duro lo avevo detto in presentazione, il Trissino è una gran bella squadra questi sono punti che valgono una stagione. Non ci si abitua mai non è la prima volta che vivo queste sfide al cardiopalma, ma non ci sia abitua mai. C'è sempre una tensione speciale, però diciamo che anche in questa stagione, come ho sempre detto, il nostro obiettivo era conquistare la salvezza e per l'ottavo anno consecutivo ci siamo di fatto riusciti, ora certamente da ieri ho cominciato a sognare qualche cosa di più grande. Ha vinto il gruppo - continua Corona – perchè se non hai un grande gruppo non vinci una partita in trasferta contro una grande squadra come il Trissino, abbiamo messo subito la partita in discesa, sono molto contento dell'approccio alla gara che abbiamo avuto. Sabato prossimo vorrei il Vecchio Mercato pieno di tifosi – conclude Corona – credo che questi ragazzi meritano il giusto tributo, sperando in una bella festa finale che possa suggellare la matematica dell' ottava salvezza nella massima serie". Impresa quella di Trissino che ha avuto risalto anche nei social, l' Architetto Marco Vanello noto tifoso rossonero ha così sintetizzato l'impresa in terra Veneta: "un ottava salvezza a portata di mano, giocando in impianto da paura, senza stranieri e con tanti ragazzi di Sarzana !!! altro che miracolo Sassuolo !!!! questa è realtà Sarzanese". La prima vittoria stagionale lontano dal "Polivalente" esalta Carispezia Sarzana. Vincere a Trissino non era facile, eppure Borsi e compagni hanno strappato tre punti fondamentali. Il primo tempo ha esaltato il gioco dei sarzanesi che hanno letteralmente dominato gli avversari. La prima vittoria esterna in campionato arriva su una pista prestigiosa e significa mettere benzina nel motore in vista delle finali di Coppa Cers del 29 e 30 Aprile. Eppure il Trissino si giocava una buona fetta delle possibilità di raggiungere i playoff scudetto. Il pareggio riportato a Lodi aveva galvanizzato l' ambiente ma il quintetto di Dolce ha dato ai veneti una severa lezione. Ma veniamo alla gara Jordi Valverde, schiera il suo starting-five titolare con con capitan Bertinato insieme a Aguilar e alla coppia d'attacco formata dal "bomber" Oruste e Ghirardello con Nicoletti alla difesa della porta con a disposizione Dal Monte, Pasquale, Greco, Faccin e il secondo portiere Bovo. Dolce risponde con il quintetto classico Corona tra i pali, Rossi, De Rinaldis, Borsi e Festa. Per la cronaca primo tempo perfetto dei rossoneri che nella prima parte lasciano agli avversari le sole ripartenze. E l'inizio è al fulmicotone per Carispezia: dopo 1',08" Borsi dalla sinistra lascia partire una conclusione a incrociare che batte Nicoletti. De Rinaldis protagonista al 6',37", il "guerriero" rossonero spara in rete dal vertice dell'area e porta i rossoneri sul doppio vantaggio. Reazione dei padroni di casa con Corona protagonista in almeno tre occasioni. Ma il Sarzana è letale e al 13',45" Festa capitalizza con un capolavoro una ripartenza dei rossoneri, Il "bomber" materano con una giravolta elude la marcatura veneta e mette la sfera alle spalle di Nicoletti. Dopo la terza rete la formazione di Jordi Valverde alza la pressione, ma vuoi la sprecisione degli avanti di casa e alcuni ottimi interventi di Corona, il punteggio non si muove e il suono della sirena manda le squadre al riposo con il risultato di 3 a 0 a favore della formazione di Francesco Dolce. In avvio di ripresa il Trissino gela dopo 18" i sarzanesi con Ghirardello che da dentro l'area capitalizza al meglio un assist di Oruste. Sarzana prima barcolla ma a differenza di Viareggio non si smarrisce e al 16',07" porta a quattro le reti con Rossi su assist di De Rinaldis. Reazione veemente dei padroni di casa, i rossoneri resistono anche grazie anche ad un super Corona protagonista. Che però deve capitolare al 20',59" quando Oruste lo fredda da dentro l'area. Padroni di casa a testa bassa che però incappano in un ingenuità di Bertinato che nella trance agonistica commette un plateale fallo da blu. Si incarica del tiro di prima Festa ma la sua conclusione colpisce il palo interno e si ferma sotto la schiena di Nicoletti. Nei due minuti di power-play i rossoneri non affondano per la paura di lasciare il contropiede ai padroni di casa. Ripristinata la parità numerica, Carispezia gestisce gli ultimi due minuti molto bene con il suono della sirena che fa scoppiare la gioia della squadra di Francesco Dolce che è ritornata a compiere una grande impresa lontana dal Polivalente. Un successo prezioso per i rossoneri che di fatto significa l'ottava salvezza consecutiva. Prossimo incontro Sabato 25 Marzo al Vecchio Mercato alle ore 20,45 contro il Faizanè Lanaro Breganze.

Lascia un commento


La Gazzetta della Spezia è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia con provvedimento n. 7/88 - Direttore Responsabile: UMBERTO COSTAMAGNA - Direttore: UMBERTO COSTAMAGNA - Responsabile Portale: MASSIMO TINTORI - Editore : Gazzetta della Spezia.it SRL - Sede: Via delle Pianazze, 70 - 19136 La Spezia - Tel. +39 0187980450 - Partita Iva 01357120110 - Codice Fiscale 01357120110 Numero REA: SP - 122084

Login or Registrati