Manchette

Manchette

I giovani guardano all'economia circolare e allo sviluppo eco-sostenibile In evidenza

Fonte 
  • dimensione font riduci dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font aumenta la dimensione del font
  • Stampa
  • Email
Vota questo articolo
(0 Voti)

"Economia Circolare, Blue Economy, Costruzioni Smart e Riconversione strutture industriali: verso un Business rigenerativo", questo il titolo della tavola rotonda che si terrà mercoledì 1 marzo alle ore 18.00 in Sala Pozzoli nella sede di Confindustria La Spezia, in via Minzoni 2.

Con la realizzazione di questo convegno, i Giovani Imprenditori di Confindustria e il Gruppo FAI Giovani della Spezia rinnovano per il secondo anno consecutivo un'importante collaborazione sui temi dello sviluppo eco sostenibile e dell'economia circolare, partnership che si arricchisce per la prima volta anche della presenza del Gruppo Giovani di ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili.

"Il modello di economia circolare - spiega Sara Filippetti, Presidente dei Giovani Imprenditori Confindustria La Spezia - è un nuovo modello economico basato sull'equilibrio fra sistemi di produzione ed ecosistema. La riduzione degli sprechi e il recupero degli scarti saranno l'unica strada per recuperare margini di profitto, esplorare nuove opportunità di mercato e creare nuovi posti di lavoro".
"Siamo felici del rinnovarsi della collaborazione con Confindustria Giovani - sottolinea Maria Cristina Sabatini, capogruppo FAI giovani La Spezia - riteniamo fondamentale fare rete ed unire le forze tra le realtà associative giovanili locali. Nel convegno del 1 marzo saranno affrontate tematiche importanti per uno sviluppo sostenibile del nostro territorio. Il FAI sarà presente in prima persona con il racconto di un progetto di valorizzazione dell'area industriale delle Saline Conti Vecchi di Cagliari a cura del Presidente Regione Liguria arch. Roberta Cento Croce".

Temi al centro del dibattito saranno il nuovo concetto di Blue Economy, sul quale interverrà la Dott.ssa Giorgia Bucchioni, mentre l'Amm. Andrea Toscano approfondirà il tema del refitting navale e delle infrastrutture collegate, il cui smaltimento, solitamente, genera costi molto alti sia in termini economici che di tipo ambientale.
Si parlerà inoltre di costruzioni eco-sostenibili con il Prof. Luca Sebastiani della Scuola Superiore S. Anna di Pisa e dell'Arch. Danilo Capellini dello studio di architettura Capellini, il quale ha presentato negli anni scorsi un importante progetto internazionale chiamato "fattoria verticale", selezionato tra i primi trenta lavori nella Superskyscreaper Competition, nell'ambito del concorso "Vertical Farm & Botanical Garden". Una proposta innovativa per garantire anche in realtà metropolitane prodotti agricoli a "Km 0″, in edifici progettati secondo avanzati standard di sostenibilità ambientale, un progetto basato sul concetto di analisi del ciclo di vita del manufatto. Proprio nell'ambito dell'analisi del ciclo di vita delle costruzioni, Edoardo Vernazza, Presidente San Colombano Costruzioni SpA, spiegherà come il futuro dell'edilizia dovrà passare per un utilizzo più efficiente dei materiali che dovranno essere il più possibile recuperabili e trasformabili.

Alla tavola rotonda, moderata dal Dott. Renato Goretta, seguirà la presentazione, da parte del Presidente FAI Regione Liguria Arch. Roberta Cento Croce, del progetto di valorizzazione FAI dell'area industriale delle Saline Conti Vecchi di Cagliari.

L'ingresso al Convegno è libero ed aperto a tutti.

Ultima modifica il Lunedì, 27 Febbraio 2017 17:44

Lascia un commento


La Gazzetta della Spezia è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia con provvedimento n. 7/88 - Direttore Responsabile: UMBERTO COSTAMAGNA - Direttore: UMBERTO COSTAMAGNA - Responsabile Portale: MASSIMO TINTORI - Editore : Gazzetta della Spezia.it SRL - Sede: Via delle Pianazze, 70 - 19136 La Spezia - Tel. +39 0187980450 - Partita Iva 01357120110 - Codice Fiscale 01357120110 Numero REA: SP - 122084

Login or Registrati