L'europarlamentare spezzino Benifei in missione a Tunisi: sicurezza ed economia in primo piano, con riflessi possibili anche sulla Liguria In evidenza

Riceviamo e pubblichiamo il resoconto della missione della Commissione Esteri del Parlamento Europeo a Tunisi, a cui ha preso parte anche l'onorevole spezzino Brando Benifei; nel corso degli incontri è stato dato grande risalto ai temi della sicurezza e dell'economia e alla strada da intraprendere in futuro, con possibili riflessi virtuosi anche sulla Liguria.

Lunedì, 11 Gennaio 2016 17:41

Si è conclusa con importanti auspici per il futuro del paese nordafricano e per il rapporto fra UE e Tunisia, la missione della Commissione Esteri del Parlamento Europeo a Tunisi; fra i membri della delegazione giunta da Bruxelles, l'eurodeputato Brando Benifei, che relaziona sull'esito della visita: "Con il Presidente, il Primo Ministro e i parlamentari della fragile e neonata democrazia tunisina - dichiara - abbiamo avuto un confronto franco e approfondito sulle sfide da vincere e sulle opportunità da raccogliere insieme, in particolare sui temi dello sviluppo economico e della sicurezza. E' fondamentale continuare a sostenere dall'Europa il rafforzamento dei confini tra Libia e Tunisia e delle capacità di controllo antiterrorismo con addestramento e attrezzature adeguate per la polizia locale e l'esercito, al fine di evitare il ripetersi di situazioni come quella dei libici arrivati a Genova", ha sottolineato Benifei, riferendosi al caso dei tre arrestati pochi giorni fa, approdati in Liguria attraverso la Tunisia, che ha fatto esplodere il dibattito sul tema della sicurezza in regione.


Novità importanti anche sul fronte economico: "il nuovo Codice per gli investimenti che sarà approvato nei prossimi mesi, finalizzato a facilitare dal punto di vista fiscale e amministrativo l'arrivo di capitali e imprese straniere, e l'Accordo di libero scambio al centro di negoziati con l'Unione Europea, porteranno a nuove possibilità di business e ad un incremento degli scambi commerciali con l'Italia: questo – sottolinea l'europarlamentare - garantirà più opportunità per la Liguria, che per via delle grandi capacità dei suoi porti è un potenziale snodo di nuovi e più consistenti traffici fra i nostri due Paesi".

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il Consorzio di tutela riconferma la strategia di valorizzazione e difesa dell'attività di produttori e frantoiani. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Un successo la partitella organizzata da Stefano Renna Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa