Davide Toffolo conquista lo Spazio 32 con il "suo" Pasolini ed i suoi fumetti (foto) In evidenza

Di Nicholas Venè - Spazio 32 continua a distinguersi nel panorama spezzino con iniziative culturali che fanno invidia a realtà ben più grandi e longeve. Ultimo di questi appuntamenti in ordine di tempo è stato quello tenutosi lo scorso venerdì con Davide Toffolo, conosciuto soprattutto come frontman della band Tre Allegri Ragazzi Morti ma anche fumettista con più di dieci pubblicazioni alle spalle.

Martedì, 10 Novembre 2015 17:16

L'ambiente spezzino è fertile e risponde con favore a questo tipo di iniziative, come testimonia per l'ennesima volta un afflusso di persone capace di riempire ogni centimetro della stanza.

La sala rimane in perfetto silenzio mentre Benedetta Marietti - consulente culturale di Fondazione Carispezia e responsabile del progetto Spazio 32 - intervista l'autore ponendo particolare attenzione al graphic novel "Pasolini", pubblicato proprio quest'anno per Rizzoli Lizard. Se la figura di Pasolini è già di per sé in grado di smuovere gli animi, Toffolo contribuisce alla creazione di un'atmosfera ricca di pathos soppesando le parole e le pause tra le stesse, mentre tutti in sala ascoltano quanto ha da raccontare un personaggio forte e carismatico che, in quanto tale, inevitabilmente divide.

Poco prima che la conferenza abbia inizio il Davide Toffolo persona veste i panni dell'autore indossando la tipica maschera decorata con un teschio che utilizza nei concerti e che, dopo l'incontro, regalerà gentilmente allo staff di Spazio 32.

"La maschera mi permette di mantenere un distacco con il pubblico che, specialmente nel mondo della musica, la maggior parte degli autori mi invidia" spiega, salvo poi toglierla a metà incontro. In fin dei conti, afferma, "oggi possiamo definire questa chiacchierata un incontro piuttosto intimo". Ulteriore menzione di merito per lo staff di Spazio 32 ma anche per il pubblico presente, in grado di creare un clima amichevole che ha fatto sentire l'autore a proprio agio.

Quello che Toffolo sembra voler sottolineare maggiormente è il lavoro fatto per "recuperare la parola di Pasolini, autore che nutriva un'enorme fiducia nella scrittura. Con essa, Pasolini ha sempre cercato di raccontarci qualcosa della sua realtà. Allo stesso modo, io cerco con questo libro di raccontare qualcosa della mia". D'altra parte, lo stesso Toffolo ci ricorda come, da sempre, egli ritenga il fumetto un "laboratorio di linguaggio" nel quale, di volta in volta, cerca una nuova forma.

Questo inevitabilmente si collega anche al continuo cambio di casa editrice: "Ciascun editore ha una propria idea in merito al fare libri, la quale non sempre coincide con la mia. Io scrivo se sento una spinta a farlo - dice - per questo produco le mie opere e poi le do in licenza. Se rimani proprietario di ciò che fai, oltre che dal lato economico ne trai beneficio anche da quello creativo".

È proprio riguardo al linguaggio del fumetto e alla situazione del medium in Italia che, in chiusura, Toffolo dà la propria visione: "A molti di noi pare scontato, ma per persone con un background culturale che non li ha fatti avvicinare al fumetto da bambini il linguaggio della nona arte può risultare complicato. Io ho sempre sperato nel fumetto quale mezzo di comunicazione con il quale si possa raccontare qualcosa ai propri figli, non limitato quindi a un uso meramente decorativo. E, proprio per questo, dal fumetto oggi mi aspetto grandi cose".

E altrettante ce ne aspettiamo noi sul nostro territorio, visti il successo e la portata di incontri di questo tipo.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Ecco le ragioni per cui dice sì al progetto dell'architetto Perfigli. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

La Polizia ritrova un'auto rubata

Martedì, 15 Ottobre 2019 18:51 cronaca-la-spezia
Il furto era stato commesso a Lucca. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa