Sotto il segno del Polpo Belìn: al via il raduno regionale di Libera a Sarzana In evidenza

Ha preso il via stamattina presso il Liceo Parentucelli di Sarzana il primo raduno regionale dei giovani di Libera Liguria, dal titolo "Life is sweet".

Domenica, 26 Luglio 2015 12:30

Tre giorni di formazione, impegno e confronto, ma anche di divertimento e condivisione, sotto il segno di una mascotte ideata per l'occasione, che campeggia sul materiale informativo: il Polpo Belìn, goliardico amico comune dei liguri, "da Ventimiglia a Ortonovo", come ha sottolineato Marco Antonelli, referente provinciale di Libera.

"Nel Divo di Sorrentino, Andreotti diceva a Scalfari di non credere al caso, ma alla volontà di Dio. - ha esordito stamattina Stefano Busi, referente Libera Liguria - Ebbene, senza scomodare il Padre Eterno, io penso che se oggi, 26 luglio, siamo qui, proprio non sia un caso. Il 26 luglio di 23 anni fa è morta suicida, a 17 anni, la testimone di giustizia Rita Atria. Un gesto disperato, a pochi giorni dalla morte di Paolo Borsellino. E non è un caso se siamo a Sarzana, perché qui è nato il primo presidio di Libera della provincia. E di Sarzana era Dario Capolicchio, lo studente che perse la vita nella strage di via dei Georgofili. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo evento, e ai giovani che sono arrivati qua da tutta la regione".

Davanti a una platea straripante di giovani entusiasti - tra i quali ha fatto capolino un acclamatissimo Marco Lorenzo Baruzzo, responsabile provinciale beni confiscati Libera - ha poi parlato, dando voce all'Istituto, la professoressa Angela Diamanti, protagonista di indimenticabili ore di religione. "Io invece vorrei scomodare il Padre Eterno", ha detto, riprendendo le Scritture: "Voi siete operatori di pace. Beati coloro che hanno fame e sete di giustizia. Voi siete il sale della terra, e lo dico senza retorica". E ha poi chiuso così: "Che siate credenti o non credenti, l'importante alla fine è che siate credibili".

Presente anche il sindaco Alessio Cavarra, affiancato dall'assessore alle politiche giovanili, Beatrice Casini. "Voi rappresentate la società onesta - ha detto il primo cittadino - e vi ringrazio per aver scelto Sarzana. Il nostro impegno per la legalità è costante, come dimostra la consegna di due beni confiscati alla criminalità, quello in via Ghigliolo Alto e quello in via Landinelli. Fatti di valore materiale e simbolico, perché rilanciano temi quali giustizia e legalità e danno speranza".

"Anche dal successo di eventi come questo - ha concluso Antonelli - si capisce che in questi anni siamo riusciti a contagiare più di una persona. Ora invito i ragazzi di Sarzana ad approfittare del fatto che il loro assessore di riferimento, da qualche settimana, è Beatrice Casini, praticamente una coetanea".

Oltre ai tanti eventi all'interno dell'istituto scolastico - seminari, assemblee e momenti conviviali a base di un misterioso riso freddo - sono in programma alcuni appuntamento extra moenia. Domenica 26 luglio alle ore 20.00: "Note di legalità" presso Arci Bradia, concerto a cura dell'Accademia Bianchi di Sarzana e gli Ondalibera con stand gastronomico di sgabei e vino di Libera Terra. Lunedì 27 luglio alle ore 21.00: "AnimiAmo Sarzana" presso Piazza De Andrè (Sarzana), serata di animazione a cura dell'associazione L'égalité con artisti di strada, giochi e sorprese dal Quarto piano, vale a dire il progetto di riutilizzo sociale del bene confiscato alla criminalità organizzata di Via Landinelli.

 (N.R., 26 luglio)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(4 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Domani, lunedì 16 settembre. Apertura ufficiale il 28 settembre. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa