Lerici Pea, Mauro Macario con il libro “Metà di niente” si aggiudica il Premio Edito In evidenza

E' Mauro Macario, con il libro "Metà di niente" (Puntoacapo, 2014), il primo vincitore della 61ma edizione del Premio "Lerici Pea": il poeta, regista e scrittore, è risultato il più votato dalla giuria popolare composta da appassionati ed esperti, che ieri sera si è riunita nella tradizionale sede di piazza Mentana alla Spezia per assegnare il Premio Edito.

Venerdì, 17 Luglio 2015 13:29
Macario, introdotto dal Professor Giuseppe Benelli, con 49 voti si è imposto sugli altri due finalisti scelti selezionati dalla giuria scientifica: Umberto Fiori, con il libro "Poesie 1986-2014" (Mondadori, 2014), che ha ottenuto 19 preferenze, e Giancarlo Pontiggia, arrivato a quota 38 con il libro "Origini Poesie 1998-2010" (Interlinea, 2014), presentati rispettivamente da Stefano Verdino e da Giuseppe Conte. Questo il verdetto della prima serata del "Lerici Pea" targata 2015, introdotta dalla presidente pro tempore Pia Spagiari e da Mayda Bucchioni, responsabile della Sezione Edito insieme a Piergino Scardigli, che hanno poi affidato ad un brillante Giuseppe Conte la conduzione dell'evento. Difficile, data l'altissima qualità delle liriche della terna di poeti selezionati, scegliere fra le suggestioni metropolitane e l'affascinante quotidianità di Fiori, la dolcezza delle odi alla Grecia e alle api del Rucellai e l'epica del ciclismo cantate da Pontiggia, e i ricordi di Macario: hanno fatto breccia nella sensibilità dei giurati le rievocazioni di quest'ultimo, dallo storico e indimenticato Teatro Monteverdi in cui si esibì il padre, il celebre comico Erminio, alla malattia della madre, passando per l'amore coniugale. "Poesie da leggere in pubblico, non in forma intimistica – ha sottolineato Benelli - , immagini forti come pietre che vogliono colpire: una poesia di grande forza", con l'immancabile riferimento a Leo Ferré, maestro di Macario. "Sono davvero felice per questo premio – ha commentato quest'ultimo – : voglio ringraziare il professor Benelli per la bellissima introduzione e la giuria per avermi scelto, ma idealmente questo riconoscimento è per me un ex aequo: voglio condividerlo con Fiori e Pontiggia, data la bellezza delle loro poesie, che avrebbero anch'esse meritato di vincere". A chiudere, il messaggio dell'assessore alla Cultura del Comune della Spezia Luca Basile, che ha sottolineato la lunga collaborazione fra l'ente e il "Lerici Pea", ringraziando gli organizzatori per il loro impegno, e auspicato una maggiore centralità della cultura e della poesia in primis, all'interno della società.

Il Premio "Lerici Pea" è organizzato dall'Associazione Culturale "Lerici Pea" insieme al Comune della Spezia, che ha dato il suo patrocinio con la Regione Liguria, in collaborazione con il Liceo Classico "Lorenzo Costa" della Spezia e l'Associazione "Amici del Lerici Pea", ed è sostenuta da: Autorità Portuale della Spezia, Termomeccanica, Sepor e Cantieri Valdettaro.

La kermesse proseguirà il 18 settembre con il premio Giovani Poeti "Lucia Roncareggi", in programma al Camec della Spezia, per continuare il 26 settembre con il Premio Poeti e Artisti Liguri nel Mondo, presso la Sala Consiliare Comune di Lerici, e il gran finale, con l'assegnazione del Premio "Paolo Bertolani", del Premio Europa e del Premio alla Carriera, a Villa Marigola di Lerici.

Scheda di Mauro Macario:

Regista, scrittore e poeta italiano, nato dall'unione fra Erminio Macario e Giulia Dardanelli, dopo aver frequentato la Scuola d'Arte drammatica del Piccolo Teatro di Milano ed essersi impegnato in un lungo apprendistato come aiuto regista di Bruno Corbucci, si è avviato alla regia cinematografica, teatrale e televisiva curando per la Rai programmi di carattere musicale. In veste di poeta, ha partecipato a numerose edizioni del Festival Internazionale di Poesia di Genova e ad analoghe rassegne in Italia e all'estero. Dal 2003 collabora stabilmente con Gianluigi Cavaliere, leader dell'ensemble musicale Chantango. Fra il 1990 ed il 2014 pubblica sette libri di poesie: Le ali della jena, finalista all'opera prima del Premio Lerici-Golfo dei Poeti 1991, Lubrina Editore 1990,Crimini naturali, Book Editore 1992; Il Cantico della resa mortale, Book Editore 1994, Il Destino di essere altrove, Campanotto 2003; Silenzio a Occidente,  Liberodiscrivere 2007; La Screanza, Premio Montale "Fuori di casa" 2012, Liberodiscrivere 2012; Metà di niente, Puntoacapo editrice 2014; L'invenzione del mare, Puntoacapo editrice 2015.

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Esponente di sinistra della Democrazia Cristiana. Aveva 84 anni. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Vani i tentativi di salvargli la vita dopo l'incidente di qualche giorno fa. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa