Investire in Brasile? L'occasione si chiama Cearà In evidenza

di Malvina Podestà - Perché investire e produrre in Brasile? Una terra così lontana può essere una risorsa per l'economia italiana e addirittura per quella locale? Nel corso dell'incontro tenutosi giovedì 17 aprile, in Confindustria La Spezia, si è data una risposta proprio a queste domande. 

Giovedì, 17 Aprile 2014 23:03

A farlo sono state le persone più competenti ed esperte della realtà brasiliana ovvero Alessandro Colombara e Patrizio Greco, rispettivamente Segretario Generale e Consigliere della Camera di Commercio Italia-Brasile Nord Est, e S.Cesar Ribeiro, Presidente della Zona Franca di Pecem ZPE. Oggi però non si è parlato del Brasile in senso generale, ma di una zona ben precisa: la Regione del Nord Est ed in particolare dello stato del Cearà che si estende per oltre 148mila km² nella punta più orientale del paese. Negli ultimi anni in Cearà si è assistito ad un grosso sviluppo economico e non solo. Il relatore brasiliano, S.Cesar Ribeiro, ha infatti illustrato dati significativi sull'evoluzione di questa aerea: ora qui si trova il centro eventi più grande dell'America Latina, sono stati costruiti 2 aeroporti, una metropolitana, ed un acquario per incrementare anche il settore turistico. Inoltre lo stato sta puntando sull'aumento dei servizi, come ad esempio quello sanitario grazie alla nascita di nuove cliniche e pronto soccorsi. Dal punto di vista economico basti pensare al fatto che il PIL del Cearà è di gran lunga superiore a quello del resto del Brasile. S.Cesar Ribeiro, in quanto presidente della Zona Franca, ha anche spiegato che cosa sia quest'ultima, ovvero un'area dove importazioni e produzioni sono libere e molto agevolate dal punto di vista fiscale. Ma in questo scenario di grande crescita qual'è il ruolo della Camera di Commercio Italo-Brasiliana? Semplice, quello di fornire assistenza e soluzioni a tutti gli imprenditori italiani interessati a sviluppare nuove realtà industriali e commerciali in questa aerea. Esempi pratici sono la ricerca del personale, l'ottenimento dei visti di permanenza, consulenze per l'import-export, per documentazioni e per la realizzazione di eventi di lancio. Il Nord-Est del Brasile, come hanno illustrato i relatori di oggi, punta ad una forte crescita dei settori economico-industriali e favorisce gli investitori con molte agevolazioni e soluzioni. Per questo secondo Ettore Antonelli, Presidente del Comitato Piccola Industria, che ha organizzato l'evento di oggi, "parlare di internazionalizzazione oggi è molto importante, anche in realtà di piccole e media impresa come quella spezzina. L'obiettivo dell'incontro di oggi è stato quello di fornire informazioni operative, semplici e concrete, e di ampliare le conoscenze su questo territorio da noi ancora poco conosciuto".

 

 

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Sabato 30 marzo la “5 Terre Junior Cup” per i bambini, domenica 31 la gara vera e propria. In campo anche la Croce Rossa per la sicurezza dell’evento. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Le diverse tipologie e qualche utile consiglio per orientarsi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa