Investire in Brasile? L'occasione si chiama Cearà In evidenza

di Malvina Podestà - Perché investire e produrre in Brasile? Una terra così lontana può essere una risorsa per l'economia italiana e addirittura per quella locale? Nel corso dell'incontro tenutosi giovedì 17 aprile, in Confindustria La Spezia, si è data una risposta proprio a queste domande. 

Giovedì, 17 Aprile 2014 23:03

A farlo sono state le persone più competenti ed esperte della realtà brasiliana ovvero Alessandro Colombara e Patrizio Greco, rispettivamente Segretario Generale e Consigliere della Camera di Commercio Italia-Brasile Nord Est, e S.Cesar Ribeiro, Presidente della Zona Franca di Pecem ZPE. Oggi però non si è parlato del Brasile in senso generale, ma di una zona ben precisa: la Regione del Nord Est ed in particolare dello stato del Cearà che si estende per oltre 148mila km² nella punta più orientale del paese. Negli ultimi anni in Cearà si è assistito ad un grosso sviluppo economico e non solo. Il relatore brasiliano, S.Cesar Ribeiro, ha infatti illustrato dati significativi sull'evoluzione di questa aerea: ora qui si trova il centro eventi più grande dell'America Latina, sono stati costruiti 2 aeroporti, una metropolitana, ed un acquario per incrementare anche il settore turistico. Inoltre lo stato sta puntando sull'aumento dei servizi, come ad esempio quello sanitario grazie alla nascita di nuove cliniche e pronto soccorsi. Dal punto di vista economico basti pensare al fatto che il PIL del Cearà è di gran lunga superiore a quello del resto del Brasile. S.Cesar Ribeiro, in quanto presidente della Zona Franca, ha anche spiegato che cosa sia quest'ultima, ovvero un'area dove importazioni e produzioni sono libere e molto agevolate dal punto di vista fiscale. Ma in questo scenario di grande crescita qual'è il ruolo della Camera di Commercio Italo-Brasiliana? Semplice, quello di fornire assistenza e soluzioni a tutti gli imprenditori italiani interessati a sviluppare nuove realtà industriali e commerciali in questa aerea. Esempi pratici sono la ricerca del personale, l'ottenimento dei visti di permanenza, consulenze per l'import-export, per documentazioni e per la realizzazione di eventi di lancio. Il Nord-Est del Brasile, come hanno illustrato i relatori di oggi, punta ad una forte crescita dei settori economico-industriali e favorisce gli investitori con molte agevolazioni e soluzioni. Per questo secondo Ettore Antonelli, Presidente del Comitato Piccola Industria, che ha organizzato l'evento di oggi, "parlare di internazionalizzazione oggi è molto importante, anche in realtà di piccole e media impresa come quella spezzina. L'obiettivo dell'incontro di oggi è stato quello di fornire informazioni operative, semplici e concrete, e di ampliare le conoscenze su questo territorio da noi ancora poco conosciuto".

 

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Novità di quest'anno i calembour, veri protagonisti dell’ironia sprugolina. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Non ce l'ha fatta un uomo di 78 anni. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa