Bialetti: ecco i gusti di caffè preferiti dagli italiani In evidenza

Aroma diversi per soddisfare tutti.

Lunedì, 22 Aprile 2019 10:57

Il caffè è la bevanda principe degli italiani e rappresenta una delle abitudini più amate in tutto lo stivale. Il rituale del caffè accompagna le nostre giornate sia a casa che al lavoro ed è un momento sacro per ogni italiano. La diffusione del caffè nel nostro paese è senza precedenti e supera ogni altro prodotto: il 95% degli intervistati dichiara di bere abitualmente caffè e la percentuale più alta di fruitori si registra nella fascia di popolazione adulta, anche se tra i giovani è in netto aumento. Il consumo del caffè avviene per l’87% tra le mura domestiche attraverso la classica moka, nella maggior parte dei casi, o con capsule o cialde, nelle apposite caffettiere elettriche che stanno avendo larga diffusione oggigiorno. La moka, dunque, rappresenta la scelta principe degli italiani con la classica “Bialetti” presente nel 95% delle nostre case.

Il panorama delle “macchinette” moka è vario e offre numerosi prodotti, spesso macchinosi e complessi, il sistema Bialetti, brevettato quasi un secolo fa, invece, ha avuto larga diffusione e rappresenta la caffettiera per eccellenza sia in Italia che all’estero. Quando si pensa ad una caffettiera domestica il pensiero non può che correre alla classica moka Bialetti ed all’omino baffuto di Carosello.

Ma quali sono i gusti preferiti dagli italiani? A tal proposito non è facile stilare una classifica specifica poiché ognuno preferisce una qualità differente di caffè con delle tendenze più marcate a livello regionale ma che rendono difficile quantificare o identificare un gusto o una varietà predominante.

Bialetti, a tal proposito, ha strutturato la sua offerta “I caffè d’Italia”, cercando di racchiudere i gusti preferiti nelle varie città italiane con delle miscele ad hoc. Proviamo, quindi, a dare un’occhiata a quali sono i prodotti più venduti sul sito caffecaffeshop.com per quel che riguarda le cialde compatibili della Bialetti. Se “Torino” è la miscela dal corpo avvolgente e vellutato ottenuto dalle migliori qualità di arabica, “Napoli” è la miscela forte e intensa che esalta le qualità gradite dai napoletani e dai cittadini del sud in generale. “Venezia” è la miscela che riporta nella tradizione dell’espresso veneziano, delicato e profumato di sentori di vaniglia e cioccolato mentre “Roma” e “Milano” sono le miscele “cosmopolite”, le sintesi del vero espresso italiano. La sfida delle capsule Bialetti integra il vasto catalogo dell’azienda che si occupa di caffè sin dai suoi esordi e che negli ultimi anni ha arricchito la sua offerta entrando a pieno titolo nei nuovi mercati di cialde e capsule con il suo particolare sistema.

La competitività di questa azienda e la grande professionalità, oltre che un affetto ricambiato delle famiglie italiane, ha permesso all’azienda di diventare uno dei marchi leader del settore sia in Italia che oltre le alpi. Il mercato delle capsule, anche grazie a Bialetti, ha fatto registrare un 10% di crescita del settore rispetto all’anno precedente mostrandosi in controtendenza con i dati di mercati dei prodotti legati al caffè. Per quanto riguarda il formato moka, fatto a casa, o capsula i gusti degli italiani sono ben noti mentre per le varianti da bar spesso i consumatori sono divisi dai caffè forti dal sapore intenso e deciso o quello vellutato, cremoso e dolce. Ma come berlo? Normale, corto, lungo, veneziano o marocchino? Da questo punto di vista gli italiani amano bere il caffè sotto diversi formati che esaltano alcune caratteristiche o altre. Una tipicità tutta italiana visto che all’estero oltre all’espresso, al cappuccino ed il formato in tazza grande i baristi non devono preoccuparsi di varianti particolari e di clienti esigenti.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Una donna, caduta per soccorrere il marito, è stata trasportata con barella portantina per circa 45 minuti. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Dovranno rispondere di furto e di tentato furto aggravato. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa