DETRAZIONI FISCALI PER INTERVENTI EDILI

Venerdì, 14 Dicembre 2018 11:06

La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto l’obbligo della comunicazione all’Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, dei lavori i di recupero edilizio, sisma bonus, acquisto di arredi.

Per i lavori già conclusi l’invio della comunicazione a Enea dovrà avvenire entro 90 giorni dal 21 novembre 2018, la data di messa online del sito. Con la pubblicazione online del sito per l’invio della comunicazione Enea sui lavori di ristrutturazione effettuati, è stata messa a disposizione degli utenti, seppur in ritardo, la guida che chiarisce quando è obbligatorio l’invio dei documenti, e per alcune tipologie di lavori, infatti, bisognerà rispettare la scadenza di 90 giorni dal collaudo per l’invio dei documenti. Tutti i lavori dal 1° gennaio 2018 sono chiamati a svolgere la procedura. Durante una videoconferenza organizzata da CNA, infatti, Enea ha presentato il nuovo portale ed illustrato le modalità operative da seguire per procedere all’invio dei dati relativi ai predetti interventi ed , In tale sede, è stato ribadito quanto indicato dall’Agenzia delle Entrate in merito alla valenza della trasmissione dei dati all’Enea ai fini del riconoscimento delle detrazioni fiscali connesse agli interventi effettuati.

“Andranno comunque in affanno i cittadini e con loro tante piccole imprese, artigiane e non, che hanno effettuato i lavori di ristrutturazione ormai 10 mesi fa - spiega la referente sindacale CNA La Spezia Giuliana Vatteroni -. La procedura di trasmissione dei dati relativi agli interventi che prevedono l' ecobonus, per i quali sono riconosciute cioè detrazioni fiscali, è sicuramente stata semplificata con l’ausilio del nuovo portale, ma ci sembra quanto mai singolare che per ritardi non attribuibili nè ai cittadini nè alle imprese si debba procedere anche all'inserimento dei lavori prima del 21 novembre. Capiamo l'obbligatorietà prevista dalla legge di Bilancio 2018 - prosegue Vatteroni - ma poichè non viene rintracciata l'obbligatorietà di inserimento nel portale Enea in nessuna normativa fiscale, CNA nazionale sta lavorando alacremente perchè sia riconosciuto un periodo di transitorietà e affinchè i Ministeri coinvolti chiariscano la questione in via definitiva”.    

A riguardo l’Agenzia ha precisato di non aver ancora una posizione ufficiale e di fornire tutte le indicazioni del caso in occasione della prossima circolare predisposta, orientativamente nei mesi di marzo-aprile 2019, per rispondere ai quesiti presentati dai CAF relativamente alla compilazione della dichiarazione dei redditi. Resta, dunque, aperta la questione relativa all’indicazione riportata dall’Enea che la trasmissione dei dati dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.

"Con rammarico non possiamo quindi che consigliare - conclude la referente sindacale della CNA spezzina - di procedere con quanto previsto da Enea che richiede che per gli interventi ultimati tra il 1° gennaio e il 21 novembre l'inserimento nel portale entro  90 giorni a decorrere dal 21 novembre 2018. Per tali interventi il termine ultimo previsto è, infatti, il 19 febbraio 2019 ed è davvero difficile dire se per quella data ci sarà un chiarimento ufficiale in proposito”

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
CNA

Confederazione Nazionale Artigianato
Via Padre Giuliani, 6
19125 La Spezia

Tel. 0187598080
Twitter @laspezia@cna.it

 

www.sp.cna.it/

Ultimi da CNA

Al tavolo di confronto hanno partecipato i referenti sindacali di Cna e Confartigianato, Giuliana Vatteroni e Nicola Carozza, e alcuni rappresentanti delle imprese. Leggi tutto
CNA
I funerali di Francesco Casella si svolgeranno domani mattina Leggi tutto
CNA

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa