Crociere: trend positivo, ma adesso bisogna pensare agli investimenti In evidenza

Bianchi (Confcommercio) avverte: "Non possiamo fare previsioni certe. Chi ci sceglie oggi potrebbe non sceglierci domani".

Sabato, 10 Febbraio 2018 16:55

C'è soddisfazione intorno al mondo delle crociere alla Spezia: un settore in crescita, consolidato, che assicura un buon numero di visitatori ogni anno. Si tratta però anche di un settore complesso da analizzare, che dietro ai numeri di complessivi di attracchi annuali e statistiche sui passeggeri, nasconde molte domande che vale la pena porsi.
Si è discusso di questo, durante la riunione di commissione consiliare presieduta da Maria Grazia Frijia di ieri pomeriggio, che ha visto seduti allo stesso tavolo il direttore di Cna, Angelo Matellini, il Presidente di Confcommercio Gianfranco Bianchi, il responsabile categorie Confartigianato Nicola Carozza, il Presidente dei taxisti Confartigianato, Daniele Da Costa, il presidente dei noleggi con conducente Ivano Cappelli: tutti loro, seppur con punti di vista differenti, si sono espressi in favore delle crociere. L'Autorità di sistema portuale ha richieste di ormeggio per il 2018 e il 2019 in forte crescita e per l'anno in corso si parla di 530 mila passeggeri, mentre per il prossimo anno sarebbero circa 780 mila. Per consolidare questo turismo - hanno sostenuto gli operatori - ora bisogna dare loro la possibilità di investire.

Spiega Nicola Carozza, responsabile categorie confartigianato: "Sul numero complessivo di passeggeri in transito dalla Spezia, il 10% sceglie di fermarsi qui, trattandosi di grandi numeri, possiamo essere soddisfatti. C'è una ricaduta sul territorio che va considerata e che può essere riassunta parlando di due livelli distinti: da un lato il fatto che lo scalo crocieristico serve ai turisti anche per decidere sulle mete di viaggio future e dall'altro tutta la pubblicità gratuita che deriva dalla diffusione dell'immagine della Spezia sui social media". 
Sul tavolo la proposta di Royal e Msc di concessione per la costruzione del terminal e gestione dei servizi: un investimento di circa 40 milioni di euro che porterebbe nuove prospettive alla città. Il Consiglio Comunale e l'AdSP devono mettere insieme le loro forze e traguardare questo obiettivo comune.
Gianfranco Bianchi, Presidente di Confcommercio, spiega: "I numeri positivi che abbiamo visto fino a qui sono soddisfacenti, ma la realtà è più complicata: è vero che il settore alla Spezia è in crescita, ma non possiamo fare previsioni su quello che sarà il futuro, perchè questi numeri possono iniziare a calare in qualunque momento. Per poter fare delle previsioni più certe è necessario iniziare a ragionare diversamente, coinvolgendo le compagnie di navigazione e progettando con loro gli investimenti futuro. Solo facendoli investire qui potremmo pianificare con la consapevolezza che continueranno a scegliere di scegliere La Spezia come porto di attracco. In questo percorso rientra anche la logica della tassa di sbarco: credo sia indispensabile che, come accade per la tassa di soggiorno, una percentuale venga reinvestita sul territorio e sulle infrastrutture".
Un doveroso appunto poi sul benessere derivante dal flusso di turisti in arrivo grazie alle crociere: "Certo, per molte categorie questo è un bene, ma nel mondo del commercio sono in pochi ad avere davvero del guadagno. Bar, ristoranti e pochi altri. Purtroppo non è così per molti altri commercianti, come negozi di abbigliamento etc."

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Dopo un primo tempo sotto tono i sarzanesi riacquistano momento e coraggio. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Dopo un set di carburazione la Zephyr decolla verso la vittoria. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa