Vincente il binomio Grotte di Equi - Bioparco dei Frignoli, per un turismo alla scoperta della natura In evidenza

Grande soddisfazione nel Comune di Fivizzano per l'andamento delle presenze nella prima parte di agosto.

Martedì, 22 Agosto 2017 18:51

Il potenziale naturalistico della Lunigiana è altissimo, ed è questo, insieme ai tanti castelli e alla genuinità della cucina, il vero fiore all’occhiello di questa terra di confine.

A testimoniarlo il successo del binomio Grotte di Equi e Bioparco dei Frignoli, entrambi nel Comune di Fivizzano, che ha visto una partecipazione turistica notevole nei primi venti giorni di agosto alzando vertiginosamente la media delle visite.

Sono state ben 3000 le persone che hanno scelto di usufruire dell’offerta ‘Lunigiana Nature Card’ promossa dalla cooperativa Altra Eco e Legambiente, che prevede sconti per chi visita entrambe le strutture fino al 10 settembre.

Tutti e due i siti offrono servizi accessibili in luoghi naturali tra i più suggestivi della Lunigiana. Le Grotte di Equi, che hanno ospitato ben 2400 visitatori in questo inizio d’agosto (6500 dall’inizio dell’anno), danno la possibilità di poter vivere un’esperienza nel sottosuolo, dove sono nascosti rari tesori tutti da scoprire, ma l’offerta non si ferma qui; infatti, grazie alla presenza di geo-percorsi, musei e ritrovamenti preistorici, è possibile scoprire il piccolo paese di Equi come un luogo di vacanza assolutamente da non perdere. Da quest’anno, inoltre, con la gestione e unica delle Grotte e dell’ApuanGeoLab (Museo interattivo di geologia nel paese di Equi) nella stessa biglietteria si acquista l’ingresso alle due strutture, anche con biglietto combinato.

Per quanto riguarda il Bioparco dei Frignoli, aperto da pochissimo dopo anni di fermo, sempre in questo periodo sono stati 600 coloro che hanno deciso di immergersi nel verde per provare tutto ciò che questa realtà mette a disposizione. Tra le attrazioni, il parco avventura “Lo Scoiattolo” grazie al quale è possibile volare tra gli alberi a ben 15 metri di altezza, l’acquario della trota appenninica, lo stagno degli anfibi, l’orto botanico e le aree pic-nic e griglia al fresco.

“La Cooperativa AlterEco - dichiara Francesca Malfanti, che ne fa parte - ha impiegato 10 persone ad agosto per offrire servizi di qualità e accogliere al meglio i numerosi turisti. La nostra politica di integrare offerte e servizi come la ‘Lunigiana Nature Card’ e la ‘Equi Terme Card’ anche con la piscine ha avuto ottimi riscontri ed abbiamo venduto centinaia di voucher sconto per chi visita più strutture. Un incentivo a scegliere le bellezze naturalistiche lunigianesi".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Legambiente

La proposta di Legambiente per le acque reflue. Leggi tutto
Legambiente
Legambiente interviene nuovamente sul progetto di parcheggio in area verde a Montepertico Leggi tutto
Legambiente

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa