White Carrara Downtown e il business In evidenza

Delegati esteri tra incontri bilaterali e visite alle aziende.
Mercoledì, 14 Giugno 2017 18:03

Soddisfazione da parte degli imprenditori che hanno aderito al progetto “business” di White Carrara Downtown

Sono un centinaio nel complesso i delegati ospiti di IMM / CarraraFiere che partecipano al programma di visite ad aziende e cave e agli incontri B2B del 12 e il 15 giugno con le 16 aziende aderenti all’iniziativa: BCT Bianco Carrara Trading, Bruno Lucchetti, Campolonghi, Errebi Marmi, Fibra, Franchi Umberto Marmi, Garfagnana Innovazione, Geo Marmi Carrara, G.M.C. Graniti Marmi Colorati, Graziani Marmi, Il Fiorino, Marmi Carrara, Max Marmi, Sa.Ge.Van. Marmi, Santucci Group e Savema. Gli operatori invitati sono decision makers importanti per lo sviluppo e l’incremento delle attività commerciali all’estero delle nostre aziende.

Il primo gruppo di delegati, composto da importatori, distributori, installatori e contractor provenienti da Germania, Polonia, Spagna, Messico, Stati Uniti, Emirati Arabi, Cina, India e Vitenam ha concluso ieri il fitto programma di incontri B2B in fiera e visite presso le sedi delle varie aziende. Immancabile anche la visita guidata alla scoperta delle cave, che ha riscosso come sempre grande successo presso tutti gli operatori. Abbiamo parlato con alcuni rappresentanti delle aziende chiedendo la loro opinione sui risultati dell’evento. Per Carlo Colombi, direttore commerciale di Marmi Carrara “Si tratta di un’ iniziativa molto ben organizzata che ha portato ottimi risultati in termini di opportunità, grazie all’incontro con buyer provenienti da varie parti del mondo. Il nostro livello di soddisfazione è davvero molto alto.”

Anche Bernarda Franchi, titolare di Franchi Umberto Marmi, è molto soddisfatta dei risultati degli incontri e dei delegati in visita definiti “molto interessanti e altrettanto interessati”

Stefano Braccini, titolare di Fibra, dichiara che già da anni la sua azienda, come anche altre, avevano evidenziato la necessità di un cambio di passo importante nella direzione intrapresa dalla nuova direzione della IMM: “Tutto è migliorabile, ed è chiaro che essendo agli inizi ci saranno dei piccoli aggiustamenti da fare andando avanti, ma la cosa che apprezziamo e che riteniamo importante è che sicuramente la strada intrapresa con questo tipo di approccio è quella giusta per la promozione delle aziende e del territorio nel suo insieme”

Concluso ieri questo primo round di “business a tappeto” si prosegue dal 15 giugno con il secondo gruppo di buyer stranieri provenienti da Turchia, Marocco e Russia, a dimostrazione della volontà di IMM/CarraraFiere di intercettare i buyer provenienti dai paesi di maggiore interesse per il settore, o perché tradizionalmente grandi utilizzatori dei nostri marmi, o perché relativamente “nuovi” e in forte espansione. Anche per loro incontri bilaterali in fiera per tutto l’arco della mattinata, a seguire visite in azienda e visita alle cave nella giornata di domani.

Dal 16 al 18 giugno sarà inoltre presente una delegazione formata da 17 architetti italiani, ma attivi prevalentemente all’estero, oltre all’architetto Craig Copeland, dello Studio americano Cesar Pelli.

La prestigiosa delegazione è organizzata da PLATFORM, rivista internazionale di architettura e media partner di IMM, allo scopo di stabilire link proficui fra il territorio di Carrara nella sua globalità e i suoi professionisti. In programma visite al centro storico e alle cave, ad alcune aziende del territorio e attività di intrattenimento offerte dal ricco calendario della manifestazione cittadina.

“L’operazione messa in campo dalla IMM con l’obiettivo di creare movimento e attenzione su Carrara con ricadute positive sulla città e l’intero territorio ha funzionato, sia per le 16 aziende che vi hanno preso parte, che per quanto riguarda la visitazione della città - dichiara il direttore di IMM/CararraFiere Luca Figari - a dimostrazione che una nuova via di promozione del marmo è possibile, creando le giuste sinergie. A questo proposito desidero ringraziare il Comune di Carrara, la Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica, oltre che di Amia e Camera di Commercio per aver creduto nel nostro progetto, ma anche gli Studi Artistici che hanno messo a disposizione le loro opere per abbellire la città, l’Accademia di Belle Arti, Ristorando, il Tau Tour Operator e tutti gli altri soggetti che hanno collaborato con noi per rendere questa manifestazione ricca di contenuti. La sinergia paga sempre".

"Mi auguro - conclude il Presidente di IMM Fabio Felici - che questa prima edizione così soddisfacente possa essere di stimolo per le altre aziende lapidee del territorio per unirsi a noi in vista della prossima edizione, in primis perchè è un'occasione di business, come testimoniano le dichiarazioni delle aziende coinvolte e poi perchè solo unendosi su progetti di marketing condivisi si riporterà Carrara al centro della scena internazionale”.

White Carrara Downtown è organizzata da IMM/Carrarafiere in partnership con Comune di Carrara / Marble Weeks, il sostegno di Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica e il contributo di Camera di Commercio MS e AMIA. Con la collaborazione di: Accademia di Belle Arti di Carrara, Ass.ne Culturale La Formica, Ass.ne Ristorando, I Profumi del Marmo, “Il Tau” Tour operator.

 

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Grandi emozioni venerdì 23 giugno per la festa tradizionale. Il parroco ha annunciato anche l'inizio dei lavori nella chiesetta di San Giorgio. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa