Nuovi accordi per locazioni agevolate In evidenza

Dal 31 marzo in vigore la nuova normativa per la definizione dei contratti a canone concordato. I comuni della Spezia, Arcola, Santo Stefano Magra, Ortonovo convochino i sindacati degli inquilini e della proprietà edilizia per la redazione dei nuovi accordi.

Sabato, 18 Marzo 2017 15:14

 

Dopo 13 anni di latitanza del Ministero delle Infrastrutture più volte denunciata dal SUNIA, finalmente la nuova Convenzione nazionale, sottoscritta IL 25 ottobre 2016

dalla maggioranza delle organizzazioni della proprietà e degli inquilini, è ufficialmente operativa con la pubblicazione sulla G.U. del 15 marzo del Decreto Ministeriale che la recepisce.

E' un atto indispensabile per stabilire il quadro entro il quale debbono essere definiti gli accordi territoriali sui canoni che dovranno essere praticati per usufruire delle agevolazioni fiscali previste per i contratti concordati,

Si apre ora una nuova fase di rinnovo e aggiornamento degli accordi territoriali i 4 Comuni ad alta tensione abitativa e per quelli per i quali sia stato deliberato lo stato di emergenza.

Un lavoro che il SUNIA, insieme alle altre organizzazioni, ha già avviato in attesa della pubblicazione del Decreto subito dopo la firma della Convenzione nazionale e che intensificherà nei prossimi giorni per giungere alla convocazione che faranno i Comuni con proposte serie e concrete utili ad affrontare l'emergenza abitativa della nostra Provincia.

Ma la Convenzione nazionale, pur importante, rappresenta solo uno dei fattori sui quali costruire una solida politica abitativa che risponda alle esigenze della domanda debole. Ed anche i contratti concordati possono funzionare solo a condizione di rifinanziare adeguatamente il fondo di sostegno alla locazione azzerato nel 2016 e nel 2017, rimodulare il sistema delle detrazioni, e stabilizzare le agevolazioni fiscali (la cedolare secca al 10% scade alla fine del 2017)

                                                                                 Franco Bravo

                                                            Segretario Generale Provinciale SUNIA

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Sunia

Continua la mobilitazione sindacale per chiedere al Consiglio Regionale la modifica della proposta di Legge presentata dall’Assessore Scajola e che prevede fra l’altro:

  1. -L’Introduzione di un termine alla durata del contratto
  2. Forte aumento dell’affitto per chi supera del 50% il limite di accesso
  3. -La soppressione della tutela che prevede di non considerare per dieci anni il reddito dei figli per la decadenza
  4. -La sublocazione per chi è incolpevolmente moroso invece di riconoscergli un sostegno economico
  5. La vendita delle case sfitte nelle zone di pregio e quindi una riduzione del numero delle case popolari
  6. -L’introduzione di un limite ‘’ irragionevole’’ di 10 anni e 5 anni di residenza  per poter partecipare ai bandi per italiani e non comunitari

SUNIA SICET UNIAT CGIL CISL  UIL IL GIORNO 22 MAGGIO HANNO ILLUSTRATO ALLA 4 COMMISSIONE REGIONALE LE PROPRIE POSIZIONI E LE PROPRIE PROPOSTE

UNA LEGGE CHE VA CAMBIATA

LUNEDI’ 5 GIUGNO 2017 ORE 15,30

SALA DANTE

VIA UGO BASSI 4-LA SPEZIA

ASSEMBLEA DI TUTTI GLI INQUILINI DELLE CASE POPOLARI

Interverranno::

Avv. Antonella PORTONATO

Direttivo Provinciale SUNIA

Franco BRAVO

Segretario Generale Regionale e Provinciale del SUNIA

PARTECIPATE-PARTECIPATE

www.sunialaspezia.it/

Ultimi da Sunia

La richiesta di un impegno concreto e di confronto. Leggi tutto
Sunia
Sunia, Sicet e Uniat scrivono a Peracchini. Leggi tutto
Sunia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa