L'abbraccio del DLTM ai laureati: borse di studio e sbocchi lavorativi In evidenza

Fondi della Regione Liguria hanno finanziato 47 progetti, con 80 ricercatori neolaureati impiegati per 2 anni sul territorio ligure.

Venerdì, 24 Febbraio 2017 17:35

Il Distretto Ligure delle Tecnologie Marine ha concordato con la Regione l'attivazione di un bando per borse di ricerca finalizzate a formare nuovi laureati (magistrali, specialisti o del vecchio ordinamento di 5 anni) in collegamento con le attività di ricerca svolte.
Nel dettaglio 4 milioni di euro sono stati destinati agli associati del DLTM e 2 milioni di euro per progetti di ricerca proposti dagli aggregati ai Poli di Ricerca e Innovazione, con gli assegnisti impiegati prevalentemente presso le imprese, a costo praticamente nullo per le stesse. Il tutto finanziato con i Fondi FSE Regione Liguria.
In più il DLTM ha richiesto un cofinanziamento da parte delle imprese co-proponenti, aggiuntivo rispetto a quanto previsto dal bando - pari a 3000 euro all'anno in più - da erogare direttamente all'assegnista per incrementare l'importo della borsa (di base circa 1300 euro al mese) e trattenere i migliori ricercatori con un'offerta economicamente più vantaggiosa.

Sono stati finanziati 47 progetti (che si sono conclusi positivamente tra 2014 e 2015) per un totale di 78 assegni biennali e 44 imprese coinvolte, con 80 ricercatori neolaureati impiegati per 2 anni, tra 2012 e 2015, sul territorio ligure.
Principali aree tematiche il monitoraggio ambientale, la progettazione navale e l'informatica. Considerevole la partecipazione delle piccole e medie imprese, che hanno dimostrato ottima capacità innovativa e di progettazione, così come una migliore presenza in graduatoria di finanziamento, mentre le grandi imprese hanno privilegiato progetti più ampi con il coinvolgimento di più assegnisti.

Alto il tasso di soddisfazione degli assegnisti, a cui il DLTM ha chiesto un parere a progetti terminati: quasi il 90% ha ritenuto l'esperienza utile per la prosecuzione dell'attività di ricerca presso l'azienda o l'ente pubblico di ricerca coinvolti nel progetto, per il mantenimento del rapporto di collaborazione con l'impresa nonché, più in generale, per le maggiori possibilità di ottenere una nuova occupazione.
Le ricadute occupazionali? Positive: solo 2 dei 72 assegnisti contattati (cioè il 2,8%) risultavano non occupati al momento del sondaggio del DLTM.

Inoltre il DLTM ha avviato nuovamente una campagna di raccolta di manifestazioni di interesse presso le proprie imprese per sollecitare una nuova ri-programmazione dell'iniziativa, sulla nuova dotazione finanziaria dei fondi FSE: 47 imprese, Università di Genova ed enti di ricerca hanno partecipato, inviando oltre 200 richieste.
I settori più richiesti? Monitoraggio ambientale, oceanografia, informatica, big data, tecnologie di simulazione numerica e progettazione e studio di impianti navali da soli costituiscono quasi il 50% delle manifestazioni d'interesse ricevute.

DLTM-interesse

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

I biancazzurri hanno tardato a carburare, ma poi le cose sono cambiate. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Accuse al vetriolo tra maggioranza e opposizione. Dopo cinque ore votata all'unanimità la mozione urgente del centrodestra per ribadire il no al carbone. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa