La Spezia 20.20: mobilità in un territorio smart In evidenza

Una razionalizzazione di migliaia di spostamenti giornalieri, spesso individuali, diminuendo sensibilmente il livello di stress a cui siamo sottoposti ogni giorno e rendendo la nostra città più vivibile. E' il concetto di città smart: una città intelligente capace di soddisfare le esigenze di imprese, istituzioni e cittadini, migliorandone la qualità di vita.

Domenica, 13 Novembre 2016 10:29


Si dibatterà su questo martedì 22 novembre, alle ore 15 nella Sala Marmori della Camera di Commercio della Spezia, durante l'incontro "La Spezia 20.20: mobilità in un territorio smart", organizzato da Automobile Club La Spezia e Rete Imprese Italia.
Un'occasione per proporre soluzioni mirate ad agevolare la mobilità dei cittadini a La Spezia e tra i comuni della sua cintura, come Portovenere, Sarzana e la Val di Vara, facendo emergere le problematiche di chi, ogni giorno, si muove in automobile o con i mezzi pubblici.
Si parlerà di parcheggi e dei tempi necessari per raggiungere il proprio posto di lavoro, i luoghi di divertimento e quelli in cui trascorrere il proprio tempo libero e di come migliorare il servizio pubblico, sia dal punto di vista qualitativo che da quello ambientale, grazie a una riduzione dell'inquinamento prodotto, applicando nuove tecnologie con le quali migliorare gli spostamenti. Come i bus a chiamata, i taxi collettivi o il car sharing, già realtà in numerose città italiane.
Si presenteranno inoltre soluzioni capaci di migliorare l'utilizzo del segmento mare, importante alternativa di collegamento tra numerose frazioni della provincia.
"L'obiettivo è presentare alternative attraverso le quali rendere i nostri centri storici più vivibili per i residenti, lavoratori e per chi vive il centro frequentando le attività commerciali presenti – commenta Umberto Burla, presidente AC La Spezia -. Tra gli scopi a cui mirano queste soluzioni c'è anche l'intenzione di aumentare la competitività della nostra città, rendendo attrattivo il suo centro grazie a un trasporto pubblico funzionale e capace di attirare turisti e visitatori dalle zone limitrofe".
Interverranno all'incontro il presidente di Rete Imprese Italia Paolo Figoli, il consigliere AC La Spezia Bernardo Vatteroni, il coordinatore centrale ACI Enrico Pagliari, l'esperto di tecnologie per il trasporto pubblico locale dell'Istituto CIRT dell'Università di Genova Riccardo Genova, il professore di Economia dei Trasporti dell'Università di Genova Enrico Musso.
Dalle 17 in poi verranno inoltre presentati dei casi, molti dei quali locali: si parte con Vincenzo Manna, Commissione Mobilità AC La Spezia, Massimo Ruffilli, Presidente AC Firenze, Silvano Zaccone, Presidente del Consorzio Il Cigno, Enrico Moggia, Presidente della Cooperativa di navigazione Golfo dei Poeti, Guglielmo Giaume, presidente del Consorzio Radio Taxi La Spezia, Nicola Esposito di Rete Imprese Resett, e Davide Mazzola, presidente Europark La Spezia. Moderatore dell'incontro Filippo Paganini, presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Liguria.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

L’alluvione di ieri ha alzato il livello del fiume Magra che ha trascinato via l’ultimo mezzo rimasto sul ponte crollato di Albiano. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa