Giunta Comunale di Sarzana e piano della sosta: un passo avanti e due indietro In evidenza

Ieri mattina alcuni commercianti, preoccupati dal varo di un nuovo piano della sosta e di un bando per la gestione dei parcheggi, hanno incontrato la giunta. L'Amministrazione, che aveva avviato un confronto su questo tema con le Associazioni di Categoria, già un anno fa, ha prima sospeso la discussione (per oltre un dodici mesi), poi ha improvvisamente varato un bando senza prima riprendere quel confronto con le rappresentanze di categoria.

Giovedì, 08 Novembre 2012 11:33
Amare sorprese per tutti ieri mattina: il Sindaco e gli assessori hanno dimenticato gli impegni assunti già da mesi,in particolare con Confesercenti. Infatti molte delle critiche esposte ieri dai commercianti erano già state sollevate e discusse con l'amministrazione da parte dei nostri rappresentanti (domenica gratis, prima mezzora di sosta gratuita, revisione delle tariffe in base alla vicinanza al Centro Storico, ecc.), trovando su queste una intesa che andava incontro alle esigenze di tutte le parti in causa. Molti più stalli a pagamento e con tariffe assai più care di quelle attuali. Su queste ultime, in particolare, si rasenta l'incredibile. Nel recente bando per la gestione dei parcheggi, il Comune ha fissato in €400.000 il canone annuo che il soggetto gestore dovrà corrispondere all'ente di Piazza Matteotti. Se l'entità del gettito sarà garantita dal contratto di gestione con i vincitori del bando, perchè aumentare le tariffe in maniera spropositata? Non certo per esigenze di cassa (peraltro comprensibili in questo momento di tagli ai Comuni), ma allora quale motivo ha spinto l'Amministrazione a questa scelta infelice? In un momento difficile per l'economia dei Centri Storici, costretti a competere con i centri commerciali, invitanti ed accessibili con parcheggi gratuiti tutti i giorni per tutto l'arco dell'anno, rischiamo di vanificare tutti gli sforzi profusi da associazioni e amministrazione nella realizzazione di iniziative di richiamo per il centro cittadino. In sostanza, l'aumento del numero dei posteggi a pagamento e delle tariffe ci sembra notevolmente sproporzionato rispetto ai benefici economici derivanti per le casse comunali. Contiamo su un cambio di rotta netto da parte dell'Amministrazione, ripartendo dagli impegni assunti mesi fa con Confesercenti, perché quella bozza di piano della sosta garantiva una possibilità di sviluppo per il cuore della Città.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(2 Voti)

Ultimi da Confesercenti La Spezia

Confesercenti: "Un provvedimento che si accanisce su una porzione di esercenti commerciali, scelti in modo del tutto arbitrario". Leggi tutto
Confesercenti La Spezia
Al fine di favorire le attività di asporto e in generale l’attività delle attività commerciali. Leggi tutto
Confesercenti La Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa