Mercoledì prossimo riunione in Confesercenti per le novità sul settore alimentare In evidenza

Dal 24 ottobre prossimo, come previsto dall'art. 62 del DL n. 1/2012 (decreto sulle "liberalizzazioni"), tutti i contratti che hanno ad oggetto la cessione dei prodotti agricoli e alimentari, ad eccezione di quelli conclusi con il consumatore finale, dovranno essere stipulati obbligatoriamente in forma scritta. Si tratta dei contratti che concernono il trasferimento della proprietà di prodotti agricoli e/o alimentari, dietro il pagamento di un prezzo, la cui consegna avviene nel territorio italiano.

Venerdì, 19 Ottobre 2012 16:31

Si parla dunque di qualunque fornitura di prodotti agricoli o alimentari: ne risulta implicato ogni esercente il commercio di prodotti agricoli e alimentari ed ogni titolare di esercizio di somministrazione. Inoltre, detti contratti dovranno riportare obbligatoriamente alcuni elementi essenziali: la durata, le quantità e le caratteristiche del prodotto venduto, il prezzo, le modalità di consegna e di pagamento. Il contraente, ad eccezione del consumatore finale, che contravverrà a tali obblighi sarà sottoposto alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 516,00 a euro 20.000. Per i contratti di cui si dice, il pagamento del corrispettivo deve essere effettuato per le merci deteriorabili entro il termine legale di trenta giorni e per tutte le altre merci entro il termine di sessanta giorni. In entrambi i casi il termine decorre dall'ultimo giorno del mese di ricevimento della fattura. Il mancato rispetto, da parte del debitore, dei termini di pagamento è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 500 euro a euro 500.000. L'entità della sanzione viene determinata in ragione del fatturato dell'azienda, della ricorrenza e della misura dei ritardi.

Per chiarire meglio quali saranno le modifiche introdotte dalle nuove disposizione è indetta una riunione per Mercoledì 24 ottobre 2012 ore 15.00, c/o sede Confesercenti di Sarzana, via Pecorina 81/B Gli operatori del settore alimentare, della ristorazione e dei pubblici esercizi sono invitati a partecipare.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Confesercenti La Spezia

Al fine di favorire le attività di asporto e in generale l’attività delle attività commerciali. Leggi tutto
Confesercenti La Spezia
Ecco chi può presentare domanda e come fare. Leggi tutto
Confesercenti La Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa