Turismo sostenibile alle 5 Terre, ambiente e qualità dell'offerta non devono essere contrapposti

Martedì, nella panoramica sala, appena ristrutturata, del castello Doria a Vernazza si è tenuto il terzo Forum relativo alla Carta Europea del Turismo sostenibile nelle aree protette. 

Giovedì, 16 Ottobre 2014 19:14
L'incontro si è aperto con i saluti del sindaco Vincenzo Resasco che, da sempre attento alle politiche mirate a tutelare il territorio e le risorse naturali, ha accolto con grande entusiasmo l'iniziativa. A seguire, iI Presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre, Vittorio Alessandro,  che ha descritto, nei dettagli,  le attività già avviate e programmate in termini di sostenibilità nel settore turistico, quali gli accordi intrapresi con l'Autorità portuale, per meglio gestire i flussi crocieristici che insistono sul territorio, e con rappresentanti delle Ferrovie dello Stato per individuare gli strumenti per migliorare la mobilità interna ed esterna al Parco.

Il Direttore Patrizio Scarpellini ha illustrato orgogliosamente l'importante traguardo raggiunto, cioè il conseguimento della certificazione ISO 14001, che rappresenta, per l'Ente un miglioramento significativo in termini di prestazioni ambientali e un'inevitabile sviluppo dei principi della Carta.
Renato Goretta, responsabile della società Gesta che ha supportato tecnicamente il Parco nelle varie fasi di implementazione del sistema, ha evidenziato l'attenzione del Parco verso l'ambiente e la volontà di migliorare nel tempo, coinvolgendo attivamente tutti i settori e servizi interni ed esterni.
La seconda parte del Forum è stata aperta e condotta da Lorenzo Bono, consulente di Ambiente Italia, che ha letto i principi della Carta, sviluppando le singole tematiche con il contributo dell'assemblea che ha fornito importanti suggerimenti ed esempi di esperienze positive. Gli interventi, tutti significativi e strettamente legati alle vere ed urgenti esigenze del territorio, sono stati raccolti dal tecnico che provvederà a rielaborarli per poi proporre apposite schede che saranno compilate e discusse in occasione del prossimo appuntamento.
All'incontro hanno partecipato amministratori di Comuni interni ed esterni ai confini del Parco, responsabili di associazioni di categoria e di consorzi, operatori turistici ed agricoli e Fausto Giovannelli, Presidente del Parco dell'Appennino Tosco Emiliano. La richiesta da parte di tutti è di creare un sistema territoriale che permetta uno sviluppo socio-economico coerente e basato sulle sinergie e caratteristiche di tutti i territori coinvolti; un sistema che favorisca, nel tempo, una crescita delle prestazioni ambientali, un miglioramento della qualità dell'offerta turistica e una tutela efficace del territorio.
A curare e legare tra loro gli interventi, facilitando un confronto costruttivo ed efficace, è stato Luca Natale, Responsabile ufficio Comunicazione del Parco delle Cinque Terre.
Il prossimo Forum, il penultimo prima dell'elaborazione definitiva della Carta, è previsto per le seconda settimana di novembre; un appuntamento per individuare e stabilire strategie nuove secondo il principio di collaborazione e condivisione.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Parco Nazionale delle Cinque Terre

Nei prossimi giorni, previo confronto con gli agricoltori, sarà predisposto il bando per la presentazione delle domande di contributo per la manutenzione dei muri a secco annullato in autotutela. Leggi tutto
Parco Nazionale delle Cinque Terre

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa